CHIUDI
CHIUDI

18.07.2019

Prime manovre per sfidare il sindaco Tosi

Eddi TosiVincenzo PariseAlessandro RossignoliLuigi Guerra
Eddi TosiVincenzo PariseAlessandro RossignoliLuigi Guerra

Movimenti di preparazione alle elezioni con possibili sorprese, a Vigasio. In previsione delle votazioni comunali che si svolgeranno il prossimo anno, in una data in merito alla quale ancora nulla si sa, sono incominciati i primi incontri delle varie forze politiche. Incontri sottotraccia e circoscritti a pochi, per il momento, ma comunque già indicativi dell’esistenza di un certo fermento, soprattutto nelle forze che si collocano fra il centro e la destra. Un’area alla quale appartiene anche la compagine che sta attualmente governando il Comune: Tosi per Vigasio Forette Isolalta. Per partire dalla forza di maggioranza uscente, pare scontato che essa si ripresenterà, così come che a guidarla come candidato sindaco sia ancora Eddi Tosi, che nel 2015 ha ottenuto il 47,71 per cento dei consensi. Tosi, che è a capo di una lista civica ma che è iscritto a Forza Italia, ha dato ufficialmente la sua disponibilità a ricandidarsi già varie settimane fa e pare improbabile che il suo ruolo di aspirante primo cittadino venga rimesso in discussione. Non è inverosimile, invece, che ci siano dei cambiamenti per quanto riguarda coloro che dovrebbero entrare nella lista per il Consiglio. «Tutto è ovviamente ancora da valutare, ma, se riteniamo che l’esperienza amministrativa di questo gruppo debba continuare, io credo che si debba pensare al domani e, quindi, favorire un ricambio generazionale», dice Tosi. Sempre nel centrodestra, però, sta nascendo anche una nuova aggregazione, fra i cui promotori ci sono coloro che quattro anni fa avevano realizzato un’inedita alleanza con le forze di centrosinistra grazie alla quale, candidando sindaco Alessandro Rossignoli, avevano sfiorato la vittoria, perdendo per soli 100 voti. Si sa che c’è stato qualche incontro e che si starebbe formando un gruppo che potrebbe puntare a fare una propria lista, ma che potrebbe anche non disdegnare l’ipotesi di allearsi con altri. «Ci sono idee alle quali abbiamo iniziato a dare un corpo, ma che approfondiremo dopo le vacanze di agosto», conferma l’ex-consigliere Luigi Guerra. Se Rossignoli per ora afferma di essere alla finestra («chiaramente è troppo presto per poter valutare qualsiasi movimento», dice), la componente di centro-sinistra della coalizione che lo aveva sostenuto alle scorse elezioni si sta invece interrogando sul da farsi. Se pare poco credibile che venga riproposta la coalizione trasversale della passata tornata elettorale-che ha peraltro retto ben poco in questi quattro anni, visto che quasi subito il gruppo unico denominato Cambiamo Vigasio-Rossignoli sindaco si è di fatto diviso in due tronconi-resta da capire cosa faranno le forze che erano rappresentate in consiglio da Vincenzo Parise e Silvana Arduini. «Tutto è ancora da decidere», dice Parise. Si sa, però, che almeno una prima riunione c’è stata e che in essa c’è stato anche chi ha buttato lì l’idea di non fare nulla. Fra coloro che si occupa di politica a Vigasio sta girando una battuta: «Vedrai che anche qui ci ritroveremo con una lista unica». Per sapere se si tratta solo di una boutade estiva è però necessario attendere. •

Luca Fiorin
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1