CHIUDI
CHIUDI

02.07.2019

Paese invaso
dalle mosche, multa
a un'azienda agricola

«Invasione» di mosche a Vigasio
«Invasione» di mosche a Vigasio

Un'invasione di mosche verificatasi all'improvviso alla fine della scorsa settimana ha fatto ripiombare Vigasio in quello che sino a qualche anno fa era un incubo che si ripeteva ogni estate. Questa volta, però, a causare il fastidioso inconveniente sono state le cattive pratiche adottate in un'azienda agricola posta a poca distanza, circa 200 metri, dalla zona commerciale situata all'altezza dell'incrocio delle Cinque strade. I coltivatori, infatti, avevano sparso su una vasta area destinata a coltivazione le deiezioni di animali derivanti da un allevamento di bovini da ingrasso. Poi, contrariamente a quanto prescrivono sia le regole comunali che quelle contenute nella normativa regionale, le hanno lasciate lì senza compiere altri interventi.

Spiega il sindaco Eddi Tosi: «Abbiamo convocato i proprietari, che non abitano nell'azienda, i quali ci hanno riferito che non hanno interrato per 10 giorni il liquame perché impegnati in altri lavori», precisa Tosi. Il quale, ovviamente, sottolinea che si tratta «di una giustificazione di nessun valore». Agli agricoltori è infatti stato intimato di procedere subito all'interramento - cosa che hanno fatto dal tardo pomeriggio di sabato - ed è stata preannunciata anche una contravvenzione oscillante tra i 50 e i 500 euro.

Luca Fiorin
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1