CHIUDI
CHIUDI

10.08.2019

La scuola materna produce l’energia con il fotovoltaico

Una scuola materna che produce tutta l’energia elettrica di cui ha bisogno. È l’obiettivo della giunta di Mozzecane che la settimana scorsa ha approvato il progetto di fattibilità riguardante l’efficientamento della «Zaccagnini», già costruita con criteri di risparmio energetico ed inaugurata nel 2010. L’edificio sarà dotato di un impianto fotovoltaico, posizionato sul tetto per una spesa di 70mila euro, che derivano da un finanziamento ricevuto dal ministero degli Interni. È stato nel frattempo già affidato l’incarico per la redazione del progetto esecutivo- definitivo. Il cantiere sarà aperto entro ottobre, anche se si in Comune si punta ad anticipare i tempi. L’intervento , assicurano in municipio , non avrà comunque ricadute sulle attività didattiche. «Il provvedimento che darà il via ai lavori sarà adottato la settimana prossima» spiega il sindaco Mauro Martelli. «è stato prima necessario approvare in consiglio la variazione del bilancio, introducendo l’entrata straordinaria». E 70.000 euro sono stati erogati ora con vincolo di utilizzo al miglioramento ambientale. «Abbiamo quindi subito pensato di dotare la scuola, frequentata in media da 160-170 piccoli residenti, dell’impianto per farla diventare sempre più green. Altra prescrizione del ministero riguarda la tempistica di inizio lavori, che devono partire entro l’autunno», aggiunge Martelli. Per l’installazione delle celle fotovoltaiche sul tetto dell’istituto serviranno due settimane. Si utilizzerà il parcheggio della scuola per il carico e lo scarico dei materiali, mentre la posa delle celle avverrà senza interferenza con gli spazi dove si svolgono le attività scolastiche. «Per limitare i disagi a bimbi, insegnanti e personale in servizio, faremo il possibile per anticipare l’apertura del cantiere», assicura il sindaco. •

VA.ZA.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1