Uno sportello per aiutare i meno esperti di web

Uno sportello per aiutare chi non è nativo digitale nell’accesso in autonomia ai portali web della pubblica amministrazione, nella presentazione di istanze o nella richiesta di prestazioni socio-sanitarie online. Il servizio di segretariato sociale è partito a Mozzecane in anticipo sui tempi previsti per assistere tanti abitanti nel cambio medico, che si è reso necessario al momento delle dimissioni del dottore di famiglia, Denis Caridha, a fine mese scorso. Lo sportello è stato istituito in collaborazione con associazione Acli, ha sede in municipio ed è contattabile al numero 320.4313911 nei giorni di lunedì, mercoledì (dalle 14.30 alle 18.30) e martedì (dalle 8.30 alle 12.30), per un totale di 12 ore settimanali. L’amministrazione ha deciso di attivarlo gli ultimi giorni dello scorso anno per un impegno di spesa di circa 17mila euro e per la durata di un anno. Chiamando, un’addetta potrà fornire informazioni sulle misure assistenziali previste dal Comune, dallo Stato o dalla Regione; prenotare appuntamenti per la compilazione di Isee e Bonus vari; aiutare nello svolgimento delle procedure sempre più informatizzate anche da parte delle aziende sanitarie. «Non tutti i residenti, sono dotati di una sufficiente alfabetizzazione digitale. Succede sempre più spesso che gli uffici pubblici offrano servizi dei quali una parte della popolazione non riesce a fruire», spiega il sindaco, Mauro Martelli. Da qui l’idea dello sportello che riesca a risolvere i problemi e ad avvicinare alle procedure informatiche la maggior parte dei cittadini, impartendo informazioni ed insegnamenti. Il servizio, appena impostato, si è rivelato subito indispensabile. «Quando a fine gennaio uno dei nostri medici di famiglia ha lasciato per la scuola di specializzazione, molti sono rimasti senza dottore e hanno dovuto effettuare il cambio», afferma. Alcuni medici del distretto 4 si sono resi disponibili ad aumentare il loro massimale di pazienti, una soluzione d’emergenza solo temporanea. «In questa occasione abbiamo cercato di dare una mano evitando che decine di cittadini si spostassero ogni giorno al distretto di Villafranca per la procedura che può essere svolta da remoto», evidenzia il sindaco. Oltre un centinaio di mozzecanesi ha così già testato lo sportello.

Valeria Zanetti