CHIUDI
CHIUDI

12.12.2019

Animali maltrattati e rogo L’inchiesta approda in aula

L’incendio della cascina
L’incendio della cascina

Animali tenuti in condizioni incompatibili con la loro natura «in assenza delle minime condizioni di igiene, alimentazione e cure anche mediche». Trentuno cani, nove gatti e un canarino quelli ospitati da Isabella Flores in una cascina a Palazzina di Sona, e le condizioni in cui vennero rinvenuti dai carabinieri del Nucleo Forestale il 16 dicembre 2017 stanno a fondamento dell’addebito principale che il pm Federica Ormanni muove all’architetto che lavora in Comune a Sommacampagna. Maltrattamento di animali, incendio (diede fuoco all’immobile dove li teneva che apparteneva all’azienda agricola Piona e infatti i proprietari si sono costituiti parte civile) e diffamazione (reato che «condivide» con Roberto Biasotti): entrambi su Facebook commentano, criticano e offendono chi ritengono sia un «avversario». Insulti senza controllo postati sui profili e nell’ottobre dello scorso anno presero di mira Manuela Mescalchin e Paola Suà dell’associazione animalista Ogda Onlus. Ieri, nel corso dell’udienza preliminare, il gup Paola Vacca avrebbe dovuto affrontare anche la posizione di un’amica di Isabella Flores, Maria Gabriella Farinelli che il 21 dicembre 2017 ai carabinieri riferì che la signora era irreperibile e fornì «indizi relativi ad un suo probabile suicidio essendo invece risultato», recita l’imputazione, «che si trovava presso l’abitazione della Farinelli». L’udienza è stata aggiornata al 12 marzo per un problema di notifica, il legale della signora Farinelli ha anticipato che definirà la posizione della sua assistita con rito abbreviato e in quella data compariranno nuovamente le associazioni che si sono costituite parte civile (Lav, Enpa, Legambiente, Lega nazionale per la difesa del cane e Ogda Onlus). Archiviata invece la posizione della signora Maria Ranzi, indagata in un primo momento per diffamazione in concorso con Flores e Biasotti. Per lei nessuno strascico giudiziario. •

F.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie