CHIUDI
CHIUDI

10.12.2019

Ancora un premio vinto dalla scuola primaria

La nuova scuola primaria di Lugagnano si è aggiudicata il Premio sostenibilità 2019-Menzione speciale Domotica, consegnato dall’Agenzia per l’energia e lo sviluppo sostenibile (Aess). La premiazione si è svolta alla Rocca di Vignola, in provincia Modena, l’ultimo giorno della Settimana della bioarchitettura e sostenibilità, un evento che vede lo svolgimento di molteplici convegni inerenti l’architettura attraverso esempi di edilizie che sappiano coniugare il rispetto e l’integrazione con l’ambiente naturale, il controllo dei consumi di energia, l’impiego di materiali e tecniche non inquinanti e non nocive per la salute dell’uomo, la sostenibilità sociale ed economica e l’innovazione. All’ottava edizione del concorso partecipavano 48 progetti provenienti da undici Regioni differenti. A ritirare il premio per la nuova primaria Pellico, inaugurata l’anno scorso a Lugagnano, sono stati il sindaco Gianluigi Mazzi, l’architetto Fabio Dal Barco, progettista e consulente energetico CasaClima, gli ingegneri impiantisti Roberto Magnaguagno e Franco Talamini, e l’architetto Cristina Martinuzzi, referente per la certificazione CasaClima School. Secondo la giuria, «il progetto dimostra una filosofia progettuale nella integrazione degli impianti chiara ed una conseguente attività di integrazione impiantistica lineare». Questo premio si aggiunge al Cubo d’oro, già consegnato dall’Agenzia CasaClima di Bolzano. Dal Barco esprime ancora una volta la sua soddisfazione: «Questi riconoscimenti non fanno altro che confermare la strada da intraprendere per costruire il futuro delle nostre città, paesi e frazioni; un futuro ormai condiviso dall’intera collettività nel costruire all’insegna del rispetto dell’ambiente per la salute stessa dell’uomo e della natura». Anche il sindaco Mazzi esprime la sua felicità: «È incredibile come una scelta amministrativa lungimirante ed importante quale quella di costruire un edificio scolastico con le migliore tecnologie, rispettose dell’ambiente sia continuamente premiata a livello italiano». E aggiunge: «È una soddisfazione unica se pensiamo che il progetto è stato fatto dal nostro architetto comunale Dal Barco, che riconosco essere bravissimo; e insieme a lui il lavoro è stato gestito dagli uffici del Comune di Sona e da molti dei tecnici coinvolti, veronesi, orgogliosi di quanti attestati di stima stiamo ricevendo».

F.V.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie