CHIUDI
CHIUDI

20.06.2019

Il premio Lugo assegnato al tenore Sheshaberidze

Mikheil Sheshaberidze
Mikheil Sheshaberidze

Il 35enne tenore georgiano Mikheil Sheshaberidze è il vincitore del 26° premio lirico Giuseppe Lugo. Il riconoscimento, che dal 1994 premia un tenore che si è particolarmente distinto nel panorama lirico internazionale, sarà consegnato a Sheshaberidze lunedì prossimo, nel corso di un concerto che si terrà, ad ingresso libero, nel parco di Villa Vento, la storica dimora dei Canossa che il tenore veronese nato a Rosolotti acquistò, abitò con la famiglia e che nel giugno del 1959, trasformò in ristorante facendolo diventare una meta per i suoi fan, di memorie del bel canto e di buona cucina del territorio. Il premio Lugo è uno dei più importanti nel mondo della lirica. L’albo d’oro dei premiati annovera i tenori che hanno fatto la storia della lirica moderna: Placido Domingo, Josè Carreras, Giuseppe Di Stefano, Franco Corelli e altri ancora che, con il loro canto e la presenza a Custoza, onorarono la memoria e la straordinaria voce di Giuseppe Lugo. L’istituzione di un premio al grande tenore veronese fu voluto e sostenuto economicamente da Giuseppe Pezzini, autista e amico di Lugo. Pezzini acquistò dal cantante nel 1969 il ristorante del quale è ancora il titolare con i figli Silvia e Luca. Il premio e il concerto di quest’anno sono anche l’occasione di festeggiare i 50 anni di conduzione del locale. Fu lo stesso Lugo a chiamare l’edificio Villa Vento in ricordo della canzone e del film-La mia canzone al vento, 1939-che lo fecero entrare nei cuori degli italiani. La mia canzone al vento è ancora uno dei cavalli di battaglia dei grandi tenori. Luciano Pavarotti, tanto per citarne uno, ce ne ha lasciato un’esecuzione memorabile. Il premio Giuseppe Lugo gode della collaborazione della Fondazione Arena di Verona, di Verona Lirica, del Comune di Sommacampagna e della Proloco di Custoza. Ne è presidente onorario il soprano Cecilia Gasdia, sovrintendente e direttore artistico dell’Arena di Verona. Sheshaberidze, il premiato, ricoprirà anche quest’anno, nella stagione lirica areniana, il ruolo di Radames. Nella stessa parte (e in quella di Don Josè nella Carmen) debuttò tre anni fa suscitando il plauso del pubblico e dei critici. Gianni Villani, critico de L’Arena, scrisse in quell’occasione: «È una delle migliori sorprese del festival areniano». Sheshaberidze, nato a Kaspi, ha studiato al conservatorio di Tblisi e si è, successivamente, perfezionato sotto la guida di vari maestri. Oltre che all’Arena e al Filarmonico di Verona, ha cantato a Madrid, Bucarest, al Ravenna Festival, al teatro Ponchielli di Cremona e in molte altre città. Nel concerto di lunedì a Villa Vento (ingresso libero) affiancheranno il tenore premiato, il soprano Lana Kos, il mezzosoprano Sofia Koberidze e il baritono Badral Chuluumbaatar. Al pianoforte il maestro Patrizia Quarta. Presenterà Davide Da Como. Per l’occasione la famiglia Pezzini, per i suoi 50 anni a Villa Vento, presenterà in anteprima La voce e l’arte di Giuseppe Lugo, una doppia raccolta delle opere e canzoni del tenore, raccolta curata personalmente da Giuseppe Pezzini. In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà all’interno Villa Vento, in strada Ossario. Info: 045.516003. •

Morello Pecchioli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1