CHIUDI
CHIUDI

17.06.2019

Povegliano-Ecuador un’amicizia che cresce

I volontari veronesi insieme agli amici dell’Ecuador
I volontari veronesi insieme agli amici dell’Ecuador

Un gemellaggio transoceanico unisce Povegliano e l’Ecuador. Si chiama Hermandad. L’associazione, nata nel 1999 come gruppo e costituitasi nel 2005, presieduta da Nevio Geroin, è cresciuta e ora vede maturare i frutti di un’attività focalizzata su uno scambio culturale e sociale che si concretizza in progetti per 770 famiglie e 800 alunni di La Concepcion, nella valle del Rio Mira, in una provincia a 1.300 metri di quota con 2.450 abitanti per la maggioranza neri discendenti di schiavi portati dall’Africa. «La Hermandad è una ricerca reciproca di conoscenza e collaborazione tra comunità di diversa cultura accomunate nello sforzo di far progredire l’uomo», spiega Geroin. «Ci proponiamo lo scambio per conoscere storia, usi, costumi delle comunità. Il confronto sui problemi nel rispetto delle reciproche differenze e i metodi adottati per affrontarli. Quanto maggiore è la diversità tanto più grande sarà la reciproca crescita. Infine, tra i principi ispiratori ci sono solidarietà e aiuto nel limite di possibilità e mezzi». Il direttivo è composto, oltre a Geroin, dal vice Damiano Puggia, dal segretario Gianni Melchiorri, e da Giuseppe Ronca e Adriano Ramanzin. Il gruppo ha una collaboratrice in loco, Cecilia Penaherrera che insieme al presidente della «junta parroquial» Marcelo Acosta, coordinatore del comitè de Hermandad, segue i lavori. Tra i progetti portati a termine ci sono quelli scolastici per far studiare agli alunni la loro storia e le loro origini. Si è passati anche per la ristrutturazione di un centro culturale, per la produzione di acqua calda tramite pannelli solari, per il fondo a sostegno delle iniziative imprenditoriali. Inoltre, sono stati piantati a Santeaguillo, Cabuyal, Santa Lucia, Hato de Chamanal e Rosal 1.356 alberelli di limoni e 156 di arance (costo 15mila dollari). •

M.V.A.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1