Nuova viabilità in via Ospedale È già iniziato il cambiamento

Ultimi ritocchi alla carreggiata davanti all’ospedale Magalini FOTO PECORA
Ultimi ritocchi alla carreggiata davanti all’ospedale Magalini FOTO PECORA

Prende forma la nuova viabilità in via Ospedale. La rivoluzione è già iniziata e già in giornata dovrebbero concludersi le operazioni che troncano in due la strada. D’ora in poi, infatti, chi arriva da sud, da Rosegaferro, non potrà più proseguire in direzione del castello passando davanti al Magalini perchè i new jersey costringono gli automobilisti a continuare verso la via a senso unico Pomedello. Per chi invece arriva da via Tumicelli, all’incrocio, l’unica svolta possibile è a destra verso l’ospedale e in direzione di via Mantova. Lo stesso, quindi, per gli automobilisti che sopraggiungo da nord, e cioè da via Muraglie o da via Mantova, che possono arrivare fino all’altezza del bar sull’incrocio e poi tornare indietro. Da via Ospedale, perciò, si può accedere all’ingresso del Magalini e ai nuovi parcheggi inaugurati la vigilia di Natale dell’anno scorso, ma non proseguire verso Quaderni. Dal primo dicembre, poi, tutti gli stalli blu delle vie Pomedello, Zuliani, Muraglie, Perugia, e proprio il nuovo parcheggio, saranno a pagamento. Le tariffe orarie sono di un euro nel parcheggio e di 50 centesimi nelle vie perimetrali: le fasce orarie in cui sarà necessario munirsi di biglietto sono dalle 8 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 17,30 e i parcometri verranno installati già la prossima settimana. La nuova viabilità, però, porta con sé novità anche sugli stalli. Sono stati ricavati infatti parcheggi riservati alle donne incinta, sette, indicati con la vernice rosa, quattro nuovi stalli per disabili e due per i taxi. La strana coincidenza di questi nuovi parcheggi ha voluto che venissero inaugurati a pochi giorni di distanza da quando l’Ulss ha deciso di sospendere il punto natalità a Villafranca. Scelta che si è resa necessaria per mobilitare tutte le forze dell’ospedale cittadino nell’affrontare l’epidemia: il Magalini, infatti, da un paio di settimane è stato riconvertito in covid hospital. La rivoluzione della viabilità, però, niente ha a che fare con l’emergenza sanitaria. Lo sbarramento prima di via Tumicelli, infatti, era in programma da diverso tempo e la concomitanza di eventi, la chiusura del punto nascite e i nuovi stalli rosa, vengono definiti dal sindaco Roberto Dall’Oca «uno strano scherzo del destino». E spiega: «Le gare per la segnaletica non possono essere fatte in giornata e nemmeno possono ipotizzare le emergenze covid, ma questo», continua, «è il nostro augurio per un veloce e pronto rientro come punto nascite». E ancora: «I nuovi stalli, intanto, verranno usati per i servizi garantiti alle mamme nel post post nascita. Nell’immediato, in via provvisoria, potremmo destinarli anche alle persone attualmente in dialisi». La necessità di troncare a metà via Ospedale, davanti al Magalini, si è resa necessaria per mettere in sicurezza l’attraversamento pedonale degli utenti della struttura e soprattutto per bloccare il passaggio di mezzi pesanti. •

Nicolò Vincenzi