Nogarole Rocca

Morto in moto nello scontro con un camion: a scoprirlo il fratello che stava facendo un giro in bici

Stefano Perinoni è morto nello scontro fra la sua moto e un camion (Diennefoto)
Stefano Perinoni è morto nello scontro fra la sua moto e un camion (Diennefoto)
Stefano Perinoni è morto nello scontro fra la sua moto e un camion (Diennefoto)
Stefano Perinoni è morto nello scontro fra la sua moto e un camion (Diennefoto)

Si chiamava Stefano Perinoni il sessantenne di Vigasio morto ieri nello scontro fra la sua Honda Hornet 600 e un camion a Bagnolo di Nogarole Rocca.

 A riconoscere la vittima è stato il fratello di Perinoni che proprio nel tardo pomeriggio stava facendo un giro in bicicletta. Allarmato dal volo radente dell’elicottero si è avvicinato al luogo dell’incidente per poi scoprire che sotto il casco c’era il volto del fratello. È stato lui, rimasto sul luogo dell’incidente, disperato, per tutto il tempo, ad avvisare la famiglia e ad aspettarla sul ciglio della strada.

Sotto shock, ma illeso, è stato portato all’ospedale l’autista del mezzo pesante coinvolto nell’impatto. Resta ancora difficile da capire la dinamica dell’incidente. Probabilmente la moto e il camion procedevano in direzione opposta, sulla provinciale un centinaio di metri dopo il cavalcavia sull’autostrada, quando si sono scontrati. Perinoni dopo la collisione ha perso il controllo della due ruote uscendo di strada e andando a sbattere contro un palo dell’illuminazione pubblica. Sarà comunque la Polizia stradale a far luce su quanto su successo. Per capire la dinamica verranno anche acquisite le immagini di una telecamera di sorveglianza posizionata a poca distanza dal luogo della tragedia. Saranno quelle, con tutta probabilità, a chiarire quanto accaduto sulla provinciale. Il mezzo pesante, inoltre, è stato posto sotto sequestro.

 

Mortale a Bagnolo (video Dienne)

 

Perinoni, era originario di Bagnolo e poi si era trasferito a Vigasio. Pensionato, per diverso tempo aveva lavorato al vicino stabilimento Aia. Era un grande appassionato delle due ruote. Quella che guidava ieri l’aveva personalizzata scrivendo «Stefano», in corsivo, sul cruscotto. A regolare il traffico c’erano i carabinieri di Nogarole che hanno bloccato la strada, dalla rotonda all’uscita del casello autostradale fino all’ingresso della frazione, per diverse ore. È il terzo incidente mortale nelle ultime settimane solo nel villafranchese. A fine aprile, infatti, a Vigasio aveva perso la vita la farmacista di Isola della Scala, Cristina Neri. Poche ore dopo invece il giovane architetto Nicola Piacentini, nella notte fra il 31 e il primo maggio, sulla Grezzanella, era andato a sbattere contro un piccola gru parcheggiata in un cantiere stradale. .

Nicolò Vincenzi