CHIUDI
CHIUDI

11.08.2020 Tags: Mozzecane

La musica dà la spinta alla ripresa

Giovani musicisti e docenti durante una lezione del Talent Music Summer Festival a Villa Vecelli Cavriani FOTOSERVIZIO DI LUIGI PECORAIlaria Loatelli, tra gli organizzatori del corso  di perfezionamentoGiovanni e Donatella Ciresola nel loro negozio di ortofruttaNicola Scappini che si occupa di ricezione e catering
Giovani musicisti e docenti durante una lezione del Talent Music Summer Festival a Villa Vecelli Cavriani FOTOSERVIZIO DI LUIGI PECORAIlaria Loatelli, tra gli organizzatori del corso di perfezionamentoGiovanni e Donatella Ciresola nel loro negozio di ortofruttaNicola Scappini che si occupa di ricezione e catering

Il Talent Music Summer Festival rilancia le attività ricettive e commerciali di Mozzecane e anima il centro nell’estate post Covid-19, la più critica per ristorazione e ospitalità in tutta la provincia. Da fine luglio a fine settembre, per la prima volta, Fondazione Discanto organizza la nuova rassegna estiva a Villa Vecelli Cavriani, con la direzione artistica di Artematica e con il patrocinio della Provincia e del Comune. «In paese dal 26 luglio al 27 settembre arrivano 250 ragazzi, per lo più musicisti di livello avanzato, esperti in archi, pianoforte e flauto, che vogliono perfezionarsi studiando una settimana con i migliori docenti europei, in arrivo dai conservatori di Dresda, Berlino o dal Royal College of Music di Londra, solo per fare alcuni esempi», spiegano Ilaria Loatelli e Paolo Baglieri, musicisti e fondatori della Talent Music Master Courses, accademia internazionale di alto perfezionamento musicale. In parallelo, un percorso formativo si rivolge a ragazzi meno esperti di 10-15 anni circa. Ogni weekend c’è il cambio tra chi ha completato la settimana chi si accinge a iniziare. I sette giorni clou saranno dal 22 al 29 agosto, quando un numero più elevato di docenti ha dato la propria disponibilità e quindi si troveranno a frequentare i corsi 70-80 giovani, da Unione europea, Russia, Corea. Già ora però in paese la presenza di studenti e docenti porta novità e sostiene l’economia. «A Residenza Villa Vecelli abbiamo tutte le camere occupate (sei più due appartamenti, ndr) fino a settembre», spiega Nicola Scappini della Scapin srl, azienda di famiglia specializzata in catering ed eventi, ristorazione e gestione di strutture ricettive, con sede a Santa Maria di Zevio. Ma le soluzioni disponibili a Mozzecane non bastano, così diversi partecipanti sono negli hotel di Nogarole Rocca ed è stato organizzato un servizio navetta. «Ci stiamo preparando per ripristinare il servizio di ristorazione a Villa Vecelli. Abbiamo una cucina centralizzata a Zevio che preparerà i pasti e richiameremo dalla cassa integrazione tre dipendenti. Al momento hanno ripreso il lavoro gli addetti ai servizi nelle camere e una ditta specializzata in sanificazione», prosegue Scappini, che è anche socio di Fondazione Discanto. «Causa Covid abbiamo perso eventi, matrimoni e cerimonie di ogni genere. Almeno questa rassegna risolleva un po’ una stagione da dimenticare», afferma. A Mozzecane, con il Talent Music Summer Festival lavorano un po’ tutti. Il pasticcere, i pizzaioli, il fruttivendolo davanti alla villa. «C’è più giro di gente. I musicisti entrano e comprano bevande, macedonie, insalate. Il take away che può essere consumato anche in una breve pausa accanto allo strumento», dice Giovanni Ciresola che con la moglie, Donatella Pellegrini, gestisce il negozio di frutta e verdura Quattro Stagioni. Qualche imbarazzo si crea sulla lingua. Sono diversi i ragazzi orientali e dei Paesi dell’Est. Non tutti parlano inglese. «Ma alla fine indicano quello che vogliono e ci capiamo», assicura. Il martedì, il mercoledì e il giovedì, i giovani artisti si esibiscono la sera dopo le lezioni e il giardino di Villa Vecelli apre le porte a tutti gratuitamente. Un’occasione per gli appassionati di musica classica per raggiungere il piccolo Comune. E un modo per animare le serate estive. Ogni venerdì alle 21 si svolge il concerto con la Master Orchestra da oltre 25 elementi, diretta dal maestro Sergio Baietta, che accompagna nel ruolo di solisti i giovani selezionati nell’ambito dei corsi di perfezionamento. Il lunedì si riparte con nuovi allievi. «Come Fondazione abbiamo dovuto rivedere la programmazione a causa del Covid, ma siamo riusciti a garantire a Mozzecane eventi che la equiparano a città come Brescia e Verona per lo spessore degli artisti, portando in paese presenze inattese», commenta il presidente della Fondazione, Andrea Turrina. •

Valeria Zanetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie