CHIUDI
CHIUDI

25.06.2019

Perlini e Totolo rilanciano la pallavolo locale

La pallavolo a Isola della Scala fa le prove per tornare grande, investendo su allenatori di primo piano. La guida tecnica delle giovanili è stata riconfermata a Susanna Perlini, mentre entra a far parte della direzione sportiva Alessandro Totolo. È proprio quest’ultimo a garantire il cambio di passo. Totolo, 51enne, vanta un passato in A2, sia a Isola, dove ha vissuto la gran parte della sua carriera, che a Verona nella Aesse. Il pallavolista aveva giocato ai vertici del campionato italiano nei primi anni duemila ed è il fratello di Tomaso, viceallenatore dello Zenit-Kazan, finalista a Berlino nella scorsa Champions League persa contro i marchigiani del Civitanova. «Il progetto Smile messo in piedi dalla società isolana», spiega il presidente Pierguido Carli, «non è solo pallavolo. Si tratta anche di attività motoria per i piccoli dai 3 ai 6 anni». Oggi la collaborazione Smilevolley è tra le realtà sportive di Isola della Scala e Trevenzuolo con atleti che arrivano anche dai Comuni vicini; i trasferimenti sono facilitati anche dal servizio di trasporto gratuito. «Si tratta di un aiuto tra società», continua il presidente, «per completare quelle categorie dove i numeri non permetterebbero di partecipare alla categoria di pertinenza, con conseguente abbandono dell’atleta». «Inoltre», aggiunge, «serve a creare un polo dove propagandare la pallavolo e, grazie alla presenza di allenatori qualificati, selezionare pallavolisti che potranno migrare in società con categorie più quotate». Parlando di Perlini e Totolo dice: «Non necessitano di presentazioni. Sono ex atleti che hanno fatto la storia della pallavolo veronese; due tasselli fondamentali nella nuova squadra dirigenziale». A Isola sono aperte le iscrizioni per i nati fra il 2002 e il 2012. Info: pagina Fb della società o il sito www.volleyisola.it. •

N.V.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1