CHIUDI
CHIUDI

25.09.2019

In scena lo spettacolo sui drammi della droga

Due appuntamenti di sensibilizzazione sulla prevenzione e diffusione delle droghe fra i giovani. Uno è rivolto agli studenti delle classi terze, quarte e quinte delle scuole superiori isolane, l’altro ai genitori. Per capire come nasce l’attrazione o l’interesse verso una sostanza che poi si trasforma in vera e propria dipendenza. Perché i tentacoli della droga non si fermano davanti a nulla, si insinuano ovunque senza fare distinzione di ceto sociale, luogo di nascita o titoli di studio. Ecco perché occorre parlarne e non stancarsi mai. Come fanno i genitori dell’associazione Agaras di Verona, l’Associazione genitori amici e ragazzi di San Patrignano, che in occasione della Fiera del riso propone-in collaborazione con il Comune e l’Ente Fiera-una rappresentazione teatrale che ha lo scopo di lottare contro il dilagante fenomeno della diffusione delle droghe tra i giovani. È lo spettacolo teatrale «Una sottile linea bianca», che sarà messo in scena oggi alle 20.30, al teatro Capitan Bovo di Isola della Scala e replicato domani per i ragazzi delle scuole isolane. È un format che racconta in presa diretta le esperienze dei ragazzi di San Patrignano narrate nell’omonimo libro (Giulio Perroni Editore), scritto dalla giornalista e scrittrice Angela Iantosca che condurrà la serata con ingresso libero. Storie vere di vita vissuta ovvero le esperienze di chi si è lasciato alle spalle una storia di dipendenza ma che, con grande forza e coraggio, si è rialzato nel segno del riscatto personale e sociale riappropriandosi della propria libertà. Lo spettacolo teatrale contiene un racconto efficace che rientra in un progetto di prevenzione realizzato con la comunità di San Patrignano e l’Agaras di Verona che dal 1989 è impegnata nell’attività di prevenzione e recupero dei giovani con problemi di disagio e di tossicodipendenza. È una realtà purtroppo sempre più insidiosa e vicina ai giovani e alle loro famiglie e che porta profonde ferite e disagi.

Lidia Morellato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1