Il municipio trasloca Riaprirà il 16 agosto

La facciata di palazzo Oliveti, nuovo municipio
La facciata di palazzo Oliveti, nuovo municipio
La facciata di palazzo Oliveti, nuovo municipio
La facciata di palazzo Oliveti, nuovo municipio

Il nuovo municipio di Buttapietra aprirà il giorno dopo Ferragosto e nelle due settimane precedenti gli uffici comunali resteranno chiusi per trasloco. La novità è stata comunicata ieri, con un avviso pubblicato all'albo pretorio e sul sito municipale. Avviso che spiega che da venerdì 30 luglio a venerdì 13 agosto non sarà possibile usufruire dei consueti servizi municipali, perché la vecchia sede di piazza Roma avrà le porte serrate e quella nuova sarà in allestimento. È comunque previsto un servizio per le urgenze, che potrà essere contattato dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13 al numero 340.772598. Non subiranno nessuna modifica, invece, le modalità di ricevimento della polizia locale, la cui sede verrà sposata solo prossimamente, né gli orari di apertura della biblioteca. La nuova casa comunale, che si trova in piazza IV Novembre, a poche decine di metri da quella che sta per essere abbandonata, è stata realizzata attuando un recupero i cui progetti sono stati approvati fra il 2016 ed il 2019 e che ha comportato lavori durati per ben 3 anni e mezzo. Il nuovo municipio, che è stato ufficialmente inaugurato lo scorso due luglio, trova posto in un edificio che ha poco più di un secolo di vita, le ex-scuole Ivo Oliveti, e che ha spazi tali da poter accogliere in maniera ottimale tutti quegli uffici che nella sede ora in dismissione trovavano a fatica posto. Esso copre in tutto 1.100 metri quadrati, posti su più piani. La ristrutturazione dello stabile, che è sottoposto a tutela su disposizione della Soprintendenza per i beni culturali, con obbligo per il Comune di provvedere alla sua conservazione, è avvenuta in due stralci successivi. Il primo è stato avviato nel novembre del 2017 e si è concluso nel giugno del 2019. La realizzazione del secondo è iniziata nel giugno del 2020 ed è stata ultimata a giugno del 2021. I lavori, che hanno portato ad un completo rinnovamento dell'edificio e dei suoi impianti, oltre che ad un imprevisto suo consolidamento statico, sono costati circa 770mila euro. A questa cifra vanno aggiunte spese progettuali, lavori accessori e costi relativi alla sicurezza, per un totale che supera di poco il milione di euro.•. Lu.Fi

Suggerimenti