Il bullismo on line spiegato ai bambini

Il capitano Ottavia Mossenta durante il collegamento con gli alunni
Il capitano Ottavia Mossenta durante il collegamento con gli alunni
Il capitano Ottavia Mossenta durante il collegamento con gli alunni
Il capitano Ottavia Mossenta durante il collegamento con gli alunni

«Comandante, se sono bullizzato come posso uscirne?»: a porre questa domanda ad Ottavia Mossenta, capitano alla guida della compagnia dei carabinieri di Villafranca, è stato un bambino della scuola primaria Silvio Pellico di Lugagnano, che con i suoi compagni della classe VB ha seguito una lezione speciale sulla prevenzione a bullismo e cyberbullismo. Gli alunni hanno interagito, a distanza attraverso un collegamento video, con la comandante: i temi affrontati sono stati i comportamenti scorretti e i reati minorili, e i rischi connessi all’uso del cellulare e di internet. L’aula di informatica della scuola, attrezzata per l’occasione dall’animatore digitale professor Matteo Dosso, si è trasformata in una palestra di vita. I ragazzi hanno appreso così che c’è sempre una soluzione per prevenire il crimine: parlare, non solo per chiedere aiuto per sé ma anche per aiutare il prossimo, che può essere vittima di violenza. Le insegnanti della classe Sabrina Albertini e Marta Bommartini, coordinatrici del progetto insieme a Eddy Boscarato, comandante della stazione dei carabinieri di Sommacampagna, si dicono soddisfatte dell’incontro, un’opportunità unica per la crescita e la formazione civica dei ragazzi, con un obiettivo importante: che la cultura dell’empatia prevalga sull’indifferenza. Mossenta ha ribadito agli adolescenti l’importanza del dialogo: «Ogni qual volta vivete o assistete a situazioni di sopruso, disuguaglianza o esclusione dovete sempre parlare con gli adulti: genitori, fratelli maggiori, insegnanti o allenatori». Stasera di bullismo e cyberbullismo si torna a parlare, con il nuovo appuntamento della rassegna culturale organizzata per celebrare i 41 anni delle medie Anna Frank. Alle 20.30, è in programma l’intervento della professoressa Gabriella Porfido, referente del benessere per la scuola secondaria di primo grado. L’evento è a distanza e potrà essere seguito sul canale YouTube della scuola.•. F.V.

Suggerimenti