Incidente mortale

Terribile frontale: addio a Cristina, farmacista molto nota a Isola della Scala

Len due auto coinvolte nel frontale (Diennefoto)
Len due auto coinvolte nel frontale (Diennefoto)
Frontale Vigasio (Diennefoto)

Stava percorrendo la ben conosciuta strada che porta alla sua farmacia di Isola della Scala quando, all'improvviso, gli effetti di un violento incidente hanno fermato la sua vita. È morta così Cristina Neri, una professionista di 74 anni, la donna vittima del tragico incidente di ieri  tra Vigasio e Isola della Scala.

Cristina era residente a Verona ed era molto nota nella città del riso, dove era titolare della Farmacia Moderna che si trova nel centro del paese, in via Giuseppe Garibaldi.

Il sinistro è avvenuto poco dopo le 15 lungo la strada provinciale 24. Per la precisione, all'inizio del tratto dell'arteria che ricade nel territorio comunale di Vigasio, dove la strada prende il nome di via Isola della Scala. Per cause in merito alle quali sono in corso accertamenti, la Mini Cooper Countryman di colore rosso guidata dalla donna, che viaggiava in direzione di Isola, si è scontrata frontalmente con una Mercedes Classe A nera, che andava nel senso opposto ed era guidata da un cittadino moldavo di 37 anni residente a Vigasio, S.O.

L'urto è stato sicuramente molto forte. Le due auto dopo lo scontro sono rimbalzate ai lati opposti della carreggiata. La Mercedes si è fermata sul bordo della strada, con la parte anteriore accartocciata. La Mini è invece finita con il muso dentro a un fosso e si è piegata su un lato. Sul posto sono immediatamente intervenuti gli agenti della polizia locale di Isola della Scala, i quali erano stati allertati dalla polstrada e, poi, i carabinieri del nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Villafranca, che hanno svolto i rilievi di legge, e della stazione di Villafranca.

Nonostante siano arrivati in breve tempo, gli operatori del Suem 118, giunti con un'ambulanza e un'auto medica, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della farmacista. La signora infatti era morta sul colpo. Ferito il conducente della Classe A. I soccorritori lo hanno trovato vigile e lo hanno portato in codice giallo al pronto soccorso dell'ospedale di Villafranca, dove è stato posto sotto osservazione. Come si diceva, la dinamica dell'accaduto è oggetto di approfondimenti. Impossibile dire, quindi, perché le due auto si siano scontrate muso contro muso. Al momento tutte le ipotesi sono plausibili. Sta di fatto, comunque, che l'incidente è avvenuto lungo un tratto quasi rettilineo di una strada che però è abbastanza stretta e piuttosto tortuosa. È stretta, anche se utilizzata anche da mezzi pesanti.

Inoltre la provinciale numero 24, proprio perché costituisce la via di collegamento diretto fra Isola della Scala e Vigasio, è percorsa da un traffico costante. Per questo ieri l'incidente ha anche avuto degli effetti consistenti sulla viabilità del territorio. Carabinieri e vigili hanno infatti dovuto tenere chiusa la provinciale per più di tre ore, per consentire che la salma venisse portata all'obitorio e che le due auto incidentate venissero recuperate.La circolazione è stata ripristinata solo nel tardo pomeriggio..

Luca Fiorin