CHIUDI
CHIUDI

04.08.2019

Firmate le convenzioni per gli impianti sportivi

Due sono le convenzioni che l’amministrazione comunale ha rinnovato nell’ultimo consiglio comunale. Una relativa alla gestione degli impianti sportivi e della palestra comunale che avrà una durata di tre anni, anziché quattro come la precedente. La società Asd (Associazione sportiva dilettantistica) avrà l’onere della manutenzione ordinaria degli impianti messi a loro disposizione. La convenzione è stata approvata con l’astensione del consigliere Fabio Meneghello (Lista civica per Trevenzuolo...) assenti gli altri due consiglieri della lista Uniti per il futuro. L’altra, sempre per la durata di tre anni, approvata con l’astensione di Meneghello, è stata rinnovata col Gruppo solidarietà sociale che gestisce le attività socio-assistenziali del comune relative alle persone anziane e disagiate. Il sindaco Roberto Gazzani ha avuto parole di elogio e apprezzamento per il servizio svolto dal Gruppo di volontari. La convenzione copre solo le spese vive per i trasporti degli anziani nei luoghi di cura come ospedali e ambulatori. Sull’argomento è intervenuto anche il capogruppo di maggioranza Osvaldo Zoccatelli il quale, anche come medico di base in paese, ha osservato come la sanità sia in un situazione sempre più critica.«Oltre alla tempistica per le visite», ha aggiunto, « i servizi a disposizione dei cittadini sono sempre più distanti dal luoghi di residenza. Ecco che il servizio svolto dal Gruppo di solidarietà sociale è importantissimo». Zoccatelli ha colto l’occasione per informare il consiglio che dal primo luglio è entrata in funzione la medicina di gruppo. «Si tratta di un servizio istituito nell’ex ospedale di Isola della Scala dove i medici di base, su scelta volontaria, si mettono a disposizione per i bisogni sanitari degli assistiti dalle 8 alle 20 dal lunedì al venerdì assicurando la continuità assistenziale ospedale-territorio». Al consiglio, convocato alle 17,15, erano assenti i due consiglieri di minoranza della lista Unti per il futuro, Alberto Minozzi e Romina Totolo, che hanno rilasciato questa dichiarazione: «Dopo quattro anni non siamo riusciti ad essere presenti all’ultimo consiglio comunale. Ci scusiamo innanzitutto con i cittadini ma riteniamo che convocarlo alle 17,15 di un giorno lavorativo sia un modus operandi sbagliato della maggioranza. Tale scelta mette in difficoltà e, come in questo caso, non permette ai consiglieri di opposizione di partecipare alle sedute».

Lino Fontana
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1