Due giorni di Festival biblico con passeggiata nel parco

Nel fine settimana il Festival Biblico di Verona, iniziato il 22 settembre scorso in città, fa tappa in provincia e propone due itinerari di meditazione, oggi a Valeggio sul Mincio e poi domenica a Cavaion nell’entroterra del lago di Garda. Oggi, alle 16.30, al Parco Giardino Sigurtà di Valeggio, l’itinerario verterà sul potere della parola che genera vita partendo delle specie botaniche presenti e immaginando il parco come giardino dell’Eden. Gli accompagnatori in questo viaggio saranno don Pablo Zambruno, archeologo e teologo, e don Paolo Zuccari, parroco di San Pietro Apostolo. L’evento è organizzato, infatti, in collaborazione con la parrocchia e il Comune di Valeggio. Il percorso dura un’ora. Si partecipa soltanto su prenotazione, telefonando alla pro loco (045 7951880). Va versato un contributo di 5 euro a persona. Domenica, invece, la rassegna sulle Sacre Scritture promossa in edizione speciale nell’anno del Covid dalla Diocesi di Vicenza e dalla Società San Paolo - vi aderisce da anni anche la Diocesi di Verona - si sposta a Cavaion per un appuntamento alle prime luci dell’alba. Si tratta de «La Parola del silenzio», un cammino con partenza alle 5 dalla Bastia San Michele per andare sulle tracce di luoghi e persone del territorio gardesano che da secoli custodiscono il valore della parola sacra: l’Eremo di San Fermo e Rustico, nelle campagne di Albarè (Costermano sul Garda) e l’Eremo di San Giorgio, a Bardolino sulla Rocca di Garda, abitato dai monaci camaldolesi. Guideranno i partecipanti il musicista Luca Degani, la biblista Elena Chiamenti, l’eremita diocesana Marta Gatti e la guida del Ctg Monte Baldo Maurizio Delibori. Il ritrovo è fissato alle 5 nel piazzale della chiesa di Cavaion. Partecipazione libera, ma con prenotazione obbligatoria on line, dal sito https://paroladelsilenzio.eventbrite.it. •

C.M.