Disagi per il medico La replica dell’Ulss 9

L’Ulss 9 Scaligera vuole dare la sua versione dei fatti sulle code e sul computer in tilt per il cambio del medico di Valeggio e sui pazienti inferociti. «La sede del distretto 4 di Villafranca ha messo in atto per tempo le misure a disposizione per venire incontro alla popolazione interessata dal pensionamento del medico di Valeggio», spiega l’Ulss in una nota. Poi sostiene che da giovedì gli sportelli sono stati aperti con venti minuti di anticipo, alle 7.40, e con due postazioni in più, per un totale di quattro sportelli aperti. «Come ulteriore agevolazione», continua la nota, «le deleghe degli utenti sono state ritirate dal personale amministrativo, senza costringere le persone delegate a trattenersi oltre il necessario». «A oggi è già stato smaltito circa il 60 per cento delle pratiche», spiega l’Ulss che poi precisa che i computer non sono «andati in tilt, ma c’è stato un riavvio del sistema informatico per un aggiornamento, durato un quarto d’ora e non dipendente dall’ospedale o dall’Ulss». •