Cinquanta sindaci a cena per pianificare il rilancio

Il presidente Michele Filippi
Il presidente Michele Filippi

Cinquanta sindaci, sabato sera, sono arrivati a Isola della Scala da tutta la provincia per ringraziare simbolicamente chi, durante l’emergenza covid, non ha mai smesso di lavorare e di mettersi al servizio della popolazione. Al Palariso il primo cittadino isolano Stefano Canazza e il presidente di Ente fiera Michele Filippi hanno aperto le porte del Giorgio Zanotto per lanciare un messaggio di fiducia e ripartenza. La serata, la prima delle quattro che fanno da ponte alla prossima fiera del riso in calendario il 15 settembre 2021, e intitolata Professionisti a tutela della comunità, è stata organizzata per ringraziare chi si è speso in prima linea nella lotta al virus. Sul palco i cinquanta sindaci, con la fascia tricolore al petto, hanno omaggiato sulle note dell’inno di Mameli dottori, infermieri, carabinieri, vigili, carabinieri e tanti volontari. Assieme a loro anche il primo cittadino di Verona, Federico Sboarina, il presidente della provincia Manuel Scalzotto, il vicepresidente dell’ordine dei medici Lucio Cordioli e il comandante dei carabinieri di Villafranca Ottavia Mossenta. «Vedere il Palariso pieno di gente», ha detto l’amministratore unico dell’Ente Filippi, «mi offre maggiore stimolo per ripartire in vista della prossima fiera». Filippi, poi, non ha chiuso la porta alla fiera del Bollito che da calendario dovrebbe iniziare a novembre: «Stiamo valutando. Sapremo qualcosa di più nelle prossime settimane». «Siamo stati tutti i giorni al fronte», ha commentato invece Cordioli, «per cercare di aiutare la popolazione. Non dobbiamo farci cogliere dalla paura, ma nemmeno dire che tutto è passato. Occorre fare attenzione perché molto dipende dai nostri comportamenti». Durante la serata i ragazzi dell’alberghiero Enaip hanno preparato il tradizionale risotto all’isolana e quello con la zucca.

N.V.