Chiesa chiusa fino a dicembre per ristrutturazione

Si dovrà aspettare l’inizio di dicembre per riavere la chiesa parrocchiale aperta. Attualmente, infatti, è chiusa per lavori di rifacimento del tetto. «Il progetto per la sua sistemazione», dice don Alberto Speranza, «lo stava già portando avanti il mio predecessore, don Alberto Antonioli. Purtroppo è venuto a mancare. Così ho completato le pratiche burocratiche per aprire il cantiere. I lavori dovrebbero terminare ai primi di dicembre, in tempo comunque per le funzioni del Natale. Ora le messe si tengono nel salone del circolo Noi». L’intervento costa circa 160.000 euro. «Una parte», spiega don Alberto, «viene dai fondi Cei, il resto dovremo coprirlo con le offerte dei parrocchiani che mi auguro comprendano la necessità di salvaguardare la nostra chiesa». La parrocchiale, intitolata a S. Maria Maddalena, risale al 1486, anno in cui fu consacrata il 3 settembre dall’arcivescovo di Durazzo Matteo, vicario del Cardinale Giovanni Michiel. Da ricerche di Pasquale Enea Ferrarini risulta già esistente nel 1216. •

LI.FO.