Chiamata alle «armi»

Centro vaccini all’ex ospedale di Valeggio, prime dosi da giovedì prossimo

L’orario sarà sette giorni su sette, uniche chiusure i festivi natalizi
L’ex ospedale di Valeggio diventa centro vaccinale, operativo dal 23 dicembre (PECORA)
L’ex ospedale di Valeggio diventa centro vaccinale, operativo dal 23 dicembre (PECORA)
L’ex ospedale di Valeggio diventa centro vaccinale, operativo dal 23 dicembre (PECORA)
L’ex ospedale di Valeggio diventa centro vaccinale, operativo dal 23 dicembre (PECORA)

Il Villafranchese avrà un nuovo centro vaccinale. Dal 23 dicembre sarà esclusivo per le vaccinazioni pediatriche, per i bimbi tra i 5 e gli 11 anni, ma dalla metà di gennaio sarà aperto a tutti. Questa volta la sede scelta è a Valeggio, centro polifunzionale di via Santa Maria Crocifissa di Rosa, nell’ex ospedale. Alle porte del paese, spazioso e con parcheggi, è stato scelto dall’Ulss 9 per il nuovo punto vaccinale. E farà turni non da poco: apertura sette giorni su sette (eccetto i festivi natalizi), dalle 9.30 alle 13 e dalle 14 alle 19.

Ora è lotta contro il tempo per giungere pronti giovedì. La gestione del centro, secondo un accordo con l’Ulss 9, è stata affidata al Sos Valeggio che si coordina anche con il Comune, sindaco Alessandro Gardoni e assessore al sociale France Benini. Quest’ultima, alcuni giorni fa, aveva partecipato a un sopralluogo all’ex ospedale e mercoledì ha incontrato tutti gli attori: dal Sos Valeggio alle associazioni, dai medici in pensione che si sono messi a disposizione a quelli dell’emergenza.

È una chiamata alle armi. «Il centro polifunzionale è stato ritenuto la sede più idonea», spiega Benini che con il Comune aveva prospettato anche un’ ipotesi ex scuola di Vanoni-Remelli. Il Sos Valeggio potrà avvalersi del supporto di associazioni come la onlus Toffoli e i carabinieri in congedo e ci sarà poi la Protezione civile. In queste ore si cercano anche i pediatri. L’Ulss9, infatti, ha stretto un accordo proprio con i pediatri di famiglia: una sessantina è a disposizione per due centri per distretto, tre volte la settimana. Qui ne serviranno diversi, visto l’orario lungo.

«Stiamo reclutando le ultime forze lavoro», spiega Thomas Zilio, presidente del Sos Valeggio che si avvale di circa 190 volontari, compresi quelli del gruppo gemello del Polo emergency di Villafranca. «Recluteremo medici in pensione e pediatri, oltre ai volontari. Insomma, si corre. L’ex ospedale è funzionale e ha rispondenza ai bisogni delle vaccinazioni per i bambini, ci sono spazi che si adeguano bene».

Il direttore generale dell’ Ulss 9, Pietro Girardi, ha già firmato il provvedimento di incarico di gestione del centro al Sos Valeggio che già nella primavera scorsa si era proposto per allestire un centro vaccinale in paese. Poi nel Villafranchese fu fatto invece alla base dell’aeronautica militare di Caluri, coordinato dal Terzo stormo e chiuso l’estate scorsa. A Valeggio le prenotazioni sono state già aperte e subito i posti sono stati occupati. Ne saranno messi a disposizione altri. Il centro vaccinerà i bambini tutti i giorni eccetto il 25 e 26 dicembre, l’1, il 2 e il 6 gennaio.

Valeggio funzionerà per le vaccinazioni pediatriche per circa un mese. Verso metà di gennaio si affiancherà anche la vaccinazione alla popolazione: prime, seconde e terze dosi. Le vaccinazioni pediatriche sono iniziate il 16 dicembre quando sono stati vaccinati 145 bambini nei primi due centri. Valeggio è il terzo dopo quello dell’Ulss 9 a Legnago, che si avvale della collaborazione dei pediatri di famiglia, e quello dell’Aoui al primo piano dell’Ospedale della donna e del bambino di Borgo Trento e condotto da specializzandi e medici dell’area pediatrica dell’ospedale.

Maria Vittoria Adami