CHIUDI
CHIUDI

21.07.2019

I ragazzi ripuliscono le strutture del parco

I ragazzi con il sindaco e l’assessore
I ragazzi con il sindaco e l’assessore

Al parco comunale Le sorgenti del castello nei giorni scorsi c’è stato un gruppo di ragazzi con la maglietta rossa intento a pulire, carteggiare e pitturare i ponti in legno, le piattaforme di osservazione e le staccionate del parco. Hanno tra i 14 e 19 anni e fanno parte del progetto Ci sto aFfare fatica, promosso dalla Fondazione Cariverona riservato però ai grandi comuni della Provincia, vale a dire Verona, Villafranca, Cerea, Legnago e San Giovanni Lupatoto che prevede, a chi lo promuove per ragazzi della fascia 14-19 anni impegnati in interventi di piccole manutenzioni nei parchi e scuole, un finanziamento pari a quello messo a disposizione di ogni Comune. I partecipanti infatti riceveranno 50 euro a settimana. «Quando ho saputo di questa valida iniziativa», spiega il sindaco Antonello Panuccio, «ne ho parlato con Stefano Bertacco, assessore al sociale del Comune di Verona, per conoscerla meglio e sono venuto così a sapere che tra i ragazzi che avevano dato la disponibilità a Verona ce n’erano parecchi residenti a Castel d’Azzano. Con il consenso di Bertacco, l’assessore al sociale del nostro comune, Elena Guadagnini, ha contattato questi ragazzi e siamo riusciti, con la loro disponibilità a realizzare lo stesso progetto anche da noi in una fase sperimentale. Non potremo partecipare al finanziamento della Cariverona, ma lo finanzieremo interamente come amministrazione comunale perché crediamo fortemente nel valore formativo di questa esperienza, nella speranza che il prossimo anno sia allargato anche ad altri comuni». Formato il gruppo, il pittore Giuliano Villardi ha dato la sua disponibilità prima per preparare i ragazzi con un breve corso, poi per affiancarli gratuitamente nei lavori, assieme al personale comunale che ha fornito materiale e strumenti necessari e al tutor Piero che li coordina con il supporto dell’assessorato al sociale. L’esperienza appena conclusa è durata due settimane da lunedì al venerdì, dalle 8,30 alle 12,30. I lavori sono stati focalizzati prima al parco comunale. I ragazzi che hanno lavorato per la comunità sono stati undici. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giorgio Guzzetti
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1