Cè chi «bara» portando fuori il cane

I controlli sulle strade compiuti dagli agenti del corpo intercomunale di polizia locale di Buttapietra, Castel d’Azzano, Mozzecane, Nogarole Rocca e Vigasio non hanno portato a contravvenzioni per quanto riguarda le restrizioni legate al coronavirus. Il primo cittadino azzanese Antonello Panuccio, però, afferma che i comportamenti scorretti non mancano. «Questa mattina, ad esempio, tre ragazzi sono stati trovati seduti a chiacchierare in centro; hanno mostrato un’autocertificazione che diceva che stavano facendo attività fisica e formalmente erano in regola, anche perché erano ad un metro di distanza l’uno dall’altro, però è evidente che questa situazione contravviene le norme di prevenzione della diffusione del virus». E c’è chi se ne approfitta: porta fuori il cane e si ritrova con amici fuori dal centro abitato. Per scoraggiare comportamenti sbagliati, il sindaco ha chiuso tutti gli spazi comunali all’aperto. E ogni contatto con uffici comunali e vigili avviene per telefono. Regole che valgono a Buttapietra, Mozzecane, Nogarole Rocca e Vigasio.

LU.FI.