CHIUDI
CHIUDI

22.12.2019

Buche sulla strada a Bovolino asfaltate senza il permesso

Il tratto di strada asfaltato a BovolinoIl ponte che porta all’Istituto zooprofilattico FOTO DIENNE
Il tratto di strada asfaltato a BovolinoIl ponte che porta all’Istituto zooprofilattico FOTO DIENNE

Buche ed asfaltature a Buttapietra creano un curioso precedente. Un caso che è tutto circoscritto a via Bovolino, dove qualcuno ha pensato organizzare una riparazione fai da te e ha steso l’asfalto sulla pubblica strada, senza permesso e senza avvertire nessuno. Secondo i programmi dell’amministrazione comunale, via Bovolino avrebbe dovuto essere parzialmente asfaltata prima dell’inverno. «Per lo scorso novembre era previsto un intervento volto alla sistemazione dei tratti di strada maggiormente usurati», spiega Luca Zonin, l’assessore alla Gestione del territorio. «Purtroppo», continua, «il clima non ci è stato d’aiuto e, a causa del maltempo, non è stato possibile aprire il cantiere». Le piogge e l’abbassamento delle temperature delle ultime settimane hanno, poi, causato vari problemi. In via Bovolino, infatti, hanno cominciato ad apparire buche nell’asfalto che non rendevano agevole il passaggio. Il Comune è anche arrivato a inastallare cartelli che invitavano gli automobilisti a viaggiare a una velocità moderata. «Non c’erano comunque le condizioni climatiche per procedere all’asfaltatura, per cui abbiamo deciso di tamponare la situazione in attesa dell’arrivo della primavera», continua Zonin. Gli uffici comunali, infatti, la scorsa settimana hanno incaricato una ditta, la Rapid Scavi di Povegliano, di chiudere in via provvisoria i crateri presenti nel manto stradale, in attesa di programmare l’asfaltatura della stradale. Un’operazione che si è conclusa venerdì, con una spesa che era prevista in poco meno di 2.200 euro. In questi giorni, poi, è stata avviata anche la procedura per l’affidamento dei lavori definitivi di manutenzione, per i quali è previsto un costo di poco più di 20.500 euro e che saranno affidati, con trattativa privata, alla stessa Rapid Scavi. A fronte di tutto questo, però, c’è chi ha deciso di arrangiarsi, senza dire nulla al Comune che è proprietario della strada. Lungo via Bovolino sorge la nuova sede veronese dell’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie. Questa settimana, all’improvviso, chi vi è passato davanti ha visto asfaltato di nuovo non solo il ponte di accesso all’istituto ma anche un tratto della strada antistante lungo almeno dieci metri. «Secondo le verifiche fatte dagli uffici, per questo lavoro non era stata presentata nessuna comunicazione in municipio», afferma, sorpreso, Zonin. Poi aggiunge che la situazione è ora oggetto di verifiche. «I nostri responsabili stanno contattando la ditta che ha fatto questi lavori e l’istituto e nei prossimi giorni ci sarà un incontro nel quale cercheremo di capire come stanno le cose e sarà anche fatto un sopralluogo per verificare se, almeno, l’asfaltatura è stata realizzata a regola d’arte», dice l’assessore. «Fatto tutto questo, verrà valutato che provvedimenti dovranno essere presi», conclude. •

Luca Fiorin
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie