CHIUDI
CHIUDI

27.10.2019

Asfalti e riscaldamento con i soldi del governo

Grazie ad un inaspettato gettito di fondi pubblici che arrivano dal governo, a Buttapietra l’amministrazione sta avviando due interventi al patrimonio comunale che erano attesi, ma che difficilmente avrebbero potuto essere realizzati contando solo sulle finanze municipali. In seguito all’entrata in vigore di un decreto, il Comune ha ricevuto un finanziamento di 70mila euro che poteva essere utilizzato per interventi di messa in sicurezza di beni immobili, categoria che non comprende ovviamente solo edifici, ma anche strade e ciclabili, ed opere volte a garantire una maggiore efficienza energetica degli stabili che fanno parte del patrimonio degli enti locali. «In seguito a questa novità, l’amministrazione ha programmato due opere», spiega la sindaca Sara Moretto. La prima, il cui progetto è stato approvato in questi giorni dalla giunta, consiste nell’asfaltatura del tratto di via Bovolino compreso fra gli incroci con le vie Lago di Garda e Lago di Bolsena e nella posa di punti luce nei punti più pericolosi della strada. La seconda opera, che è anch’essa alla fase finale dell’iter autorizzativo, porterà al completo rifacimento della centrale termica dell’edificio di proprietà comunale di largo XXV Aprile, conosciuto con il nome di Casa albergo. Si tratta dello stabile in cui ci sono appartamenti per anziani, il circolo dei pensionati e l’ufficio della polizia municipale. «Ognuno di questi due interventi prevede una spesa di circa 35mila euro», spiega Luca Zonin, l’assessore alla Gestione del territorio, il quale, poi, precisa che si prevede il completamento di entrambe le operazioni in tempi brevi. L’amministrazione comunale, infatti, conta di far aprire i cantieri quanto prima e punta ad arrivare a far completare le opere prima della stagione con le temperature più rigide. •

LU.FI.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1