Arrivano i fondi per costruire una nuova rotatoria

Nuova rotonda a Sommacampagna. Grazie al contributo di 296mila euro, che l’amministrazione ha ottenuto dalla Provincia, verrà realizzato il nuovo rondò che metterà in sicurezza una delle intersezioni più pericolose della strada provinciale 26. L’incrocio in questione, seppure in campagna, è a metà strada fra il capoluogo e Caselle. Qui, le vie Pantina e Molinara Vecchia, strette ma parecchio trafficate, attraversano proprio la provinciale 26: arteria che collega Sommacampagna alla zona industriale di Caselle. Ma anche al vicino aeroporto Catullo. L’opera avrà un costo complessivo di 370mila euro. «Una grande soddisfazione ricevere il contributo per questa nuova realizzazione», spiega il vicesindaco Giandomenico Allegri, «che vedrà un miglioramento in termini di sicurezza e visibilità nel tratto stradale e che ci gratifica per il lavoro costante e fattivo per migliorare, giorno dopo giorno, la viabilità del nostro Comune». Allegri, che fra le sue deleghe conta proprio quella ai lavori pubblici, aggiunge: «Ringraziamo quindi la provincia che, in particolare su questa nuova iniziativa, ha riconosciuto un finanziamento pari all’80 per cento del valore dell’opera». Opera, sottolinea ancora il vicesindaco, che consentirà di mettere in sicurezza un incrocio che quotidianamente viene percorso da migliaia di automobilisti. La provinciale, infatti, è giornalmente molto trafficata anche da mezzi pesanti. Mentre le due vie laterali, seppur secondarie, conducono verso Lugagnano e più avanti al centro commerciale la Grande Mela, una, e verso la piccola frazione di Pantina, sul confine dell’aeroporto militare, l’altra. L’investimento rientra nel piano degli interventi cofinanziati dalla provincia per la sistemazione di incroci e intersezioni tra le strade comunali e provinciali. Da Verona, infatti, sono stati stanziati 7milioni per costruire una quarantina di infrastrutture. Nel frattempo, sono quasi completati i lavori della rotatoria nel tratto della provinciale che congiunge il casello dell’A4 con Villafranca e via Dossobuono. •

N.V.