CHIUDI
CHIUDI

04.12.2019 Tags: Villafranca di Verona

Apre la torre al castello, è il regalo di Natale

La torre del castello di Villafranca aprirà sabato
La torre del castello di Villafranca aprirà sabato

Il regalo di Natale per Villafranca sarà l’apertura al pubblico della torre del castello. Per la prima volta basterà acquistare il biglietto (2 euro il prezzo) per potersi godere la città da una prospettiva inedita. Da sabato, infatti, si potrà accedere in cima ai 38 metri del monumento simbolo di Villafranca a gruppi di dieci, come prevedono le norme di sicurezza. Il secondo stralcio dei lavori, durati quasi tre mesi, si sono completati da poco dando così l’opportunità a tutti di ammirare la città dall’alto. E, per di più, completamente illuminata. Il costo complessivo delle operazioni di ripristino e messa in sicurezza, spiega l’assessore ai lavori pubblici Francesco Arduini, è stato di 160mila euro: “E’ un orgoglio poter offrire questo servizio alla cittadinanza”, commenta. Per ora si potrà accedere alla torre del castello tutti i fine settimana dal 7 dicembre fino al 6 gennaio. Oltre che alla Vigilia, a Santo Stefano e l’ultimo dell’anno. Sempre dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 21. Ma Villafranca si prepara a vivere il Natale in tutto il centro. La grande novità di quest’anno sarà il gioco di luci su alcuni edifici di corso Vittorio Emanuele II grazie a otto proiettori che illumineranno il cuore della città. Dall’inaugurazione di sabato, fino all’Epifania, ci saranno proiezioni artistiche con un particolare sistema di proiezioni, il videomapping, che creerà spettacoli di movimenti e colori. Confermata, invece, la pista di pattinaggio in piazza castello (più grande rispetto a quella dell’anno scorso) mentre in piazza Giovanni XXIII verrà installato un albero di Natale alto dieci metri. Come di consueto, poi, via Pace sarà arredata, dal 19 al 24 dicembre, con le tradizionali bancarelle. «Quest’anno ci siamo veramente impegnati per portare qualcosa in più a Villafranca», sottolinea Luca Zamperini, assessore con delega alle manifestazioni. «Ci saranno le luminarie del centro e nelle frazioni. Ma abbiamo cercato di portare attrazioni assolutamente nuove che non si erano mai viste in provincia», aggiunge. Ci sarà spazio anche per l’arte e la cultura. A palazzo Bottagisio verrà installata la mostra, ad ingresso libero, Percorsi di figurazione contemporanea. «Sarà una esposizione di alto livello», spiega l’assessore alla cultura Claudia Barbera, «con opere figurative classiche, ma anche un’opera originale di Andy Warhol e quelle contemporanee». Ma tanti altri saranno anche gli appuntamenti dislocati nelle frazioni. A capodanno, l’Orchestra sinfonica delle Alpi, in Duomo alle 15, terrà il tradizionale concerto. «Quello che ci siamo proposti», evidenzia il sindaco Roberto Dall’Oca, «era di migliorare il Natale dell’anno scorso». La somma messa sul piatto per tutto l’allestimento natalizio supera i 150mila euro e Dall’Oca spiega: «Per far di Villafranca una città attrattiva servono investimenti. Dobbiamo differenziarci dagli altri». «Sono momenti difficili per il commercio in generale, ma Villafranca è una città virtuosa. Ci auguriamo tanta gente con tutte queste novità», aggiunge Feliciano Meniconi, presidente dell’associazione Villafranca shopping. E precisa: «Per noi commercianti, però, sarebbe meglio iniziare con gli allestimenti in città già dal primo dicembre». •

Nicolò Vincenzi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie