«Anche a Villafranca è arrivato il primo caso ma la vita non cambia»

Il sindaco di Villafranca, Roberto Dall’Oca
Il sindaco di Villafranca, Roberto Dall’Oca

Primo caso accertato di Coronavirus a Villafranca. Lo ha annunciato ieri intorno alle 17, il sindaco Roberto Dall’Oca dopo essere stato informato dall’Ulss9. Il contagiato, un cittadino villafranchese risultato positivo al test del covid-19, ora si trova in quarantena a casa e non all’ospedale Magalini. I controlli erano scattati perché il villafranchese, nei giorni scorsi, era stato a contatto con altre persone contagiate dal virus. «Era prevedibile che anche a Villafranca, su un territorio di trentaquattromila abitanti, arrivasse il primo caso», spiega il sindaco, predicando comunque tranquillità. «L’unica esortazione che posso fare è quella di continuare, in termini di prevenzione, a mettere in atto le disposizioni già comunicate», aggiunge Dall’Oca. Il caso – per la privacy non viene reso noto il nome della persona coinvolta - è già stato preso in carico dall’Ulss che monitora l'evolversi della situazione. Sarà poi la stessa autorità sanitaria a contattare le persone che, nei giorni scorsi, sono venute a contatto con il paziente per effettuare eventuali ulteriori controlli. «Si invitano quindi i villafranchesi», si conclude una nota diramata ieri nel tardo pomeriggio dal sindaco, «a mantenere le proprie abitudini e a continuare a seguire le misure igienico sanitarie ampiamente diffuse in questi giorni». Continuano intanto le bufale sulla rete. Sempre ieri pomeriggio su Facebook era apparso un post in cui si allarmava la popolazione con la falsa notizia della chiusura, per coronavirus, del pronto soccorso del Magalini. Sui social, poi, l’Ulss ha chiarito che si trattava esclusivamente di una fake news. L’autore del post è stato denunciato.

Nicolò Vincenzi