CHIUDI
CHIUDI

30.04.2019 Tags: San Pietro in Cariano

Zantedeschi torna in campo «Basta immobilismi di sinistra»

Gerardo Zantedeschi, neo sindaco di San Pietro in Cariano
Gerardo Zantedeschi, neo sindaco di San Pietro in Cariano

Dopo diversi anni, torna alla ribalta politica di San Pietro in Cariano l’ingegner Gerardo Zantedeschi candidato a sindaco con la lista Centro Destra Per San Pietro appoggiata da Lega e Fratelli d’Italia. «Ho accettato perché tanti cittadini e amici me l’hanno chiesto, perché amo il territorio dove sono nato e vivo e perché negli anni San Pietro ha perso la centralità che ha sempre avuto per tutta la Valpolicella e questo a causa di immobilismo e mancanza di dialogo con i Comuni limitrofi da parte delle amministrazioni di sinistra che dal 1990 hanno governato per ben 24 anni su 29», dice Zantedeschi, 62 anni, sposato, padre di due figli, residente a San Pietro ed eletto in consiglio comunale per la prima volta nel 1985, è stato allora assessore ai lavori pubblici. Successivamente rieletto più volte in consiglio sia in minoranza che in maggioranza, è stato anche presidente del Consorzio depurazione delle acque reflue tra San Pietro, Fumane e Marano. «Se sarò eletto con la mia squadra formata da gente motivata, preparata e di esperienza, voglio costruire un solido rapporto con gli altri comuni della Valpolicella, affrontando temi sovracomunali che riguardano la viabilità, i servizi, la sicurezza, il lavoro, la tutela dell’ambiente, il turismo; occorre un’azione energica per promuovere in modo concreto una migliore vivibilità del territorio, con maggior attenzione alle fasce deboli». Lo scopo è che la Valpolicella diventi un’ entità territoriale e amministrativa unica, come lo è stata per quasi quattro secoli sotto la Repubblica di Venezia, «in modo da fornire ai cittadini più servizi a minor costo e nel contempo salvaguardare l’ambiente, le bellezze naturali e paesaggistiche, mettendo al centro il territorio della Valpolicella nel suo significato più ampio, storico, culturale, economico e sociale, in sinergia con le realtà locali: numerose cantine, 108 ville venete in Valpolicella delle quali 43 a San Pietro in Cariano, realtà enogastronomiche e agrituristiche. «È un territorio che ha immense potenzialità che possono fungere da cerniera fra la città e il lago, creando posti di lavoro per i nostri giovani e indotto per tutte le attività». Altro tema importante da affrontare sarà quello della sicurezza dei cittadini: «Vogliamo che la gente torni a vivere serena nelle proprie case e questo lo raggiungeremo non solo intensificando i controlli e la videosorveglianza, ma anche chiedendo una stazione dei carabinieri per la Valpolicella che operi 24 ore su 24. Se avrò il consenso dei cittadini, sarò il sindaco di tutti, in mezzo alla gente e per la gente; sono pronto a mettere a frutto la mia competenza per trovare soluzioni concrete». Il programma amministrativo riguarderà principalmente la viabilità, la riduzione del rischio idrogeologico e sismico, la sicurezza, la tutela dell’ambiente, l’ecologia, il sociale, il turismo, l’agricoltura l’artigianato e l’industria, le scuole, la cultura, lo sport, l’associazionismo, il tempo libero, l’edilizia privata e l’urbanistica, i cimiteri, la protezione civile, l’informatizzazione e l’innovazione della macchina comunale. «Un programma ambizioso, che presenteremo alla popolazione», aggiunge Zantedeschi, «sappiamo che le possibilità finanziarie del Comune si sono molto ridotte rispetto ai tempi passati, ma il nostro impegno non verrà mai meno e cercheremo di promuovere progetti meritevoli di finanziamento da parte della Provincia, della Regione, dello Stato e della Comunità Europea». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Giancarla Gallo
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie