Sant'Ambrogio

Una fiaccolata contro la violenza sulle donne, nel ricordo di Chiara

Sarà inaugurata anche una nuova panchina rossa, per ricordare le vittime di femminicidio a partire dalla fumanese Chiara Ugolini, uccisa il 5 settembre 2021 a soli 27 anni a Calmasino dal vicino di casa
La panchina rossa di Fumane inaugurata lo scorso anno
La panchina rossa di Fumane inaugurata lo scorso anno
La panchina rossa di Fumane inaugurata lo scorso anno
La panchina rossa di Fumane inaugurata lo scorso anno

Nove Comuni insieme per dire no alla violenza contro le donne con fiaccole, riflessioni, testimonianze. E una nuova panchina rossa, per ricordare le vittime di femminicidio a partire dalla fumanese Chiara Ugolini, barbaramente uccisa il 5 settembre 2021 a soli 27 anni a Calmasino dal vicino di casa.

Nove territori e tante comunità, associazioni, persone dalla Valpolicella alla Valdadige fino alla Lessinia, uniti nella promozione della cultura del rispetto e nella lotta agli stereotipi di genere. Venerdì 25 novembre il Comune di Sant’Ambrogio di Valpolicella ha organizzato una fiaccolata «per sensibilizzare la cittadinanza a un impegno comune, che riguarda donne e uomini», afferma l’assessore ambrosiano alle politiche sociali, Emily Riolfi.

 

Una fiaccolata in ricordo di Chiara

L’iniziativa è patrocinata e sostenuta anche dai Comuni di Marano, Fumane, Negrar, San Pietro in Cariano, Pescantina, Sant’Anna d’Alfaedo, Dolcè e Brentino Belluno. L’anno scorso furono l’amministrazione e la comunità di Fumane, scosse per la morte tragica di Chiara Ugolini, a organizzare la prima fiaccolata in ricordo della giovane e come monito a fermare la violenza. Poi, sempre a Fumane, fu posiziona in memoria della giovane vittima di femminicidio una panchina rossa. Con la promessa infine, tra amministratori pubblici della zona, di riproporre a rotazione ogni anno in un territorio diverso la fiaccolata. Per la seconda edizione il ritrovo, per tutti coloro che desiderano partecipare dando voce al messaggio, è alle 18.30 in piazza Vittorio Emanuele a Sant’Ambrogio.

Da qui partirà una camminata fino al parco di villa Brenzoni Bassani, dove sarà inaugurata la panchina rossa. «Un modo per segnalare il nostro impegno concreto contro la violenza e discriminazione di genere», continua Riolfi. Inoltre, segnala l’assessore, ci saranno altre iniziative in paese per la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne: una rotatoria lungo la strada provinciale 4 della Valpolicella sarà illuminata di rosso e le squadre di calcio, domenica 27, scenderanno in campo con una fascia rossa al braccio.

Camilla Madinelli