Trasporti e crisi Chiesta la deroga per i mezzi bloccati

Contenimento dell’inquinamento atmosferico e divieti di circolazione per autoveicoli rientranti in determinate categorie. Il tema è stato sollevato in Consiglio comunale da Vincenzo Corona, capo gruppo della compagine d’opposizione «Sant’Ambrogio Riparte». «Fino a metà aprile vigono divieti di circolazione per alcune categorie di veicoli ad uso civile», ha premesso Corona, «ma, stante la situazione emergenziale dettata dal Covid 19, chiediamo al sindaco proporre agli organi competenti l’inserimento di una deroga al divieto temporaneo di circolazione per i veicoli ricadenti nelle categorie considerate inquinanti». Tale deroga, secondo il capogruppo di Sant’Ambrogio, «dovrebbe interessare i soggetti delegati dalle famiglie al trasporto degli alunni e ciò almeno per le fasce orarie di entrata e uscita da scuola nei giorni di lezione». Immediata la risposta del sindaco Roberto Zorzi: «La Provincia, come soggetto capofila, ha istituito un tavolo tecnico. È seguita una nostra ordinanza con divieto di circolazione in alcune fasce orarie, per determinati tipi di autoveicoli, con finalità preventive e di contenimento degli episodi acuti di inquinamento atmosferico, in particolare quello da polveri sottili le cosiddette Pm 10». Il sindaco ha evidenziato un altro aspetto, che non riguarda alcuna deroga, per ora: «Stante la crisi economica in atto, mi auguro che le autorità competenti predispongano incentivi maggiori per le famiglie che intendessero sostituire i propri automezzi rientranti nelle categorie legate ai divieti di circolazione». •

M.U.