Raduno alpino

Tantissime penne nere per i 50 anni del gruppo «Monte Pastello»

Il raduno di Cavalo
Il raduno di Cavalo
Raduno Alpino a Cavalo

Tantissime penne nere da tutta la Valpolicella, rappresentanti dell’Ana provinciale, sindaci, amministratori locali e tanta gente del paese. Tutti a fare festa, a Cavalo, domenica 22 maggio, al gruppo di Cavalo-Mazzurega “Monte Pastello” che ha festeggiato i 50 anni dalla sua fondazione. La piccola frazione di Fumane ha ospitato infatti il trentottesimo raduno di zona dei gruppi alpini della Valpolicella. Sabato sera la chiesa era gremita di alpini, familiari e abitanti del luogo per la rassegna corale abbinata, durante la quale si sono esibiti i cori El Biron, El Vesoto e Monti Lessini.

Presente anche il vice presidente della sezione Ana di Verona, Maurizio Trevisan, insieme a un nutrito numero di consiglieri. Domenica il raduno vero e proprio, con un afflusso di gruppi e persone ancora più notevole. Ecco alcuni numeri: 36 gagliardetti, cinque bandiere dei reduci, otto sindaci, diversi consiglieri comunali e il deputato veronese Diego Zardini; per l’Ana Verona il presidente Luciano Bertagnoli, il vice Luigi Bigego, 21 consiglieri e il cappellano militare don Rino Massella. “In sfilata si contavano circa 350 persone con un nutrito numero di volontari di Protezione civile Ana, squadra Valpolicella”, spiegano soddisfatti gli organizzatori del raduno. Al pranzo conviviale tenutosi all’oratorio parrocchiale hanno partecipano 250 commensali. “Anche qui si è respirata un’aria alpina, con canti in ogni tavolata” continua il capo gruppo della sezione di Cavalo-Mazzurega “Monte Pastello”, Agostino Chesini, insieme al suo direttivo.

“Grazie a tutti gli sponsor che hanno contribuito alla realizzazione del raduno, a tutti i volontari che hanno dedicato il loro tempo, agli abitanti di Cavalo che hanno partecipato dalle finestre o dalla strada per fare festa al passaggio della sfilata e hanno addobbato il paese con tante decorazioni tricolore”.

Camilla Madinelli