Successo e folla per il Festival della Bellezza

Incontri in villa  Uno degli appuntamenti del Festival della bellezza FOTO  FERRI
Incontri in villa Uno degli appuntamenti del Festival della bellezza FOTO FERRI
Incontri in villa  Uno degli appuntamenti del Festival della bellezza FOTO  FERRI
Incontri in villa Uno degli appuntamenti del Festival della bellezza FOTO FERRI

Centinaia di persone, provenienti da molti paesi del Veronese compresi tra l’entroterra gardesano e la Bassa, hanno affollato le due serate e i quattro appuntamenti che per la prima volta il Festival della Bellezza organizzato dall’associazione Idem di Verona ha proposto tra le colline di Negrar di Valpolicella. Quattro appuntamenti nelle ville storiche Mosconi Bertani, a Novare di Arbizzano, e Guerrieri Rizzardi in località Poiega di Negrar, collegati al tema «Miti e tabù. Personaggi e opere iconiche tra idee e simboli». Un successo accolto e salutato con soddisfazione dall’assessore alla cultura del Comune di Negrar, Camilla Coeli, già pronta a rinnovare la collaborazione per riproporre altre date anche nel 2023: «Anche la Valpolicella è pronta a fare la sua parte, ospitando alcune tappe in contesti unici che possano fare da volano anche al turismo culturale nella nostra vallata». Proprio in questi giorni, fino a domenica, dopo un lungo itinerario estivo in luoghi d’arte italiani, il Festival torna alla sua sede tradizionale, il Teatro Romano di Verona, con cinque appuntamenti. Protagonisti Federico Rampini, Umberto Galimberti, Vittorio Sgarbi, Guia Soncini e Stefano Massini. Nelle due ville di Negrar, invece, agli inizi del mese sono stati seguiti da almeno 300 persone gli incontri con il filosofo Stefano Zecchi e lo scrittore Igor Sibaldi. Molto seguiti pure quelli con la scrittrice Yaryna Grusha e la musicista Tasmania con la sua band.•. C.M.