Si è spento Andreoli la politica in lutto

Rolando Andreoli
Rolando Andreoli
Rolando Andreoli
Rolando Andreoli

Mondo politico in lutto a Pescantina: si è spento all’ospedale di Negrar, dove era ricoverato in terapia intensiva, Rolando Andreoli che ricoprì per primo la carica di presidente del Consiglio comunale dal 2009 al 2013. Aveva partecipato la prima volta alle elezioni nel 2004 con la lista “La svolta”, non riuscendo a essere eletto, ma venendo nominato successivamente presidente della società di gestione del Mercato ortofrutticolo intercomunale di Pescantina e Bussolengo. Eletto nel 2009 nella lista “Cittadini per Pescantina”, è stato nominato presidente del Consiglio, carica che ha mantenuto per tutta l’amministrazione Reggiani. Tra gli incarichi ricoperti la delega all’agricoltura, seguita con grande passione e competenza, e l’attività dei gemellaggi con la cittadina polacca di Siedlce, con cui ha coinvolto le scuole in ripetuti scambi. Cavaliere della Repubblica, Andreoli è stato uomo di grande equilibro, portato alla mediazione e ha interpretato il suo ruolo con grande stile, riuscendo a mettere in relazione, dal punto di vista istituzionale, le varie componenti del Consiglio comunale. In gioventù aveva praticato il calcio a livello professionistico nel Bologna, passione che ha trasmesso ai suoi nipoti. I funerali domani alle 15, nel duomo San Lorenzo di Pescantina. •. L.C.