CHIUDI
CHIUDI

22.05.2020 Tags: Sant'Ambrogio di Valpolicella

Scuole elementari di Gargagnago Si attendono fondi

Scuola primaria di Gargagnago? Qualcosa si muove. L’assessore al Bilancio e tributi di Sant’Ambrogio di Valpolicella, Evita Zanotti, ha risposto al consigliere di minoranza Alberto Marconi sul plesso scolastico che è chiuso dal 2014 perché non conforme alle norme statiche ed antisismiche. Gli alunni sono stati trasferiti nelle scuole di Domegliara e di Sant’Ambrogio. Il costo di messa in sicurezza delle elementari si aggira su oltre un milione di euro. Nel suo intervento, in relazione all’approvazione del bilancio di previsione 2020/2022 e del documento unico di programmazione (Dup) 2019/2021, Marconi aveva attaccato: «Nel bilancio non c’è un euro per il teatro e nemmeno per la scuola di Gargagnago. Potrei fare altri esempi nonostante, nel programma elettorale dell’amministrazione si parlasse di questi interventi. Non sono inserite risorse né nel 2021 e né nel 2022». «Le elementari di Gargagnago hanno già un finanziamento», ha rivelato l’assessore Zanotti, «manca solo la definizione delle graduatorie. Per la costruzione di un teatro, stiamo aspettando un contributo: l’accensione di nuovi mutui sarebbe gravoso». L’assessore, nel ringraziare Cristina Allegrini, responsabile area contabile, «per avere lavorato alacremente alla stesura del bilancio», ha evidenziato: «Abbiamo accantonato 20mila euro per fondo rischi per eventuali passibilità, inserito un contributo di 135mila pervenuto dalla Regione per la realizzazione di un percorso protetto in via Matteotti, altri 50mila sono arrivati dal Consorzio Bim Adige per l’asfaltatura della strada che porta in località Brentani e destinato 50 mila euro a percorsi pedociclabili e manutenzioni». Il consigliere Vincenzo Corona ha dichiarato voto contrario del gruppo. «Comprendiamo che si fa con quel che c’è, ma vi sono lampanti carenze in materia di turismo, frazioni e giovani». Critico anche il consigliere Pier Luigi Toffalori: «Dal bilancio emergono grandi lacune in campo economico e sociale. Ribadiamo l’impossibilità di accogliere, in una casa di riposo comunale, gli anziani dispersi in varie parti della provincia, progetto mai contemplato da questa né dalla precedente amministrazione. Amara sorpresa costituisce l’aumento di Imu e tariffe per l’uso di palestre e impianti sportivi, con buona pace delle tante associazioni che svolgono attività per ragazzi, giovani ed adulti». •

M.U.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie