CHIUDI
CHIUDI

12.11.2019

Tutti d’accordo sugli asfalti Il Consiglio vota unanime

Il sindaco Roberto Zorzi
Il sindaco Roberto Zorzi

Il Comune ha stanziato risorse per alcune manutenzioni straordinarie. Lo ha deliberate il Consiglio comunale di Sant’Ambrogio, con il consenso unanime di maggioranza e gruppi d’opposizione. Lo stanziamento è di 25mila euro per sistemare via Vesan a Monte, via Pigna a Gargagnago, via Sottosengia a Domegliara e via Pieve a San Giorgio. Il consigliere di «Partecipazione autonomia» Pier Luigi Toffalori ha chiesto un intervento «anche in via Pomari a Monte». «Il nostro voto favorevole, pur chiedendo all’amministrazione di ripristinare la piccola parte di risorse per gli interventi socio sanitari e destinate a questo intervento», ha detto il capogruppo di «Sant’Ambrogio riparte» Vincenzo Corona, «conferma la nostra linea collaborativa su proposte condivisibili. Perciò mi appello all’amministrazione affinché possa accogliere, anche parzialmente, i 22 emendamenti presentati al Dup, il Documentazione unico di programmazione 2020-2022». Il Dup è stato approvato col voto favorevole della maggioranza che ha respinto 21 emendamenti, uno è stato ritirato; contrarie le opposizioni. Tra gli altri, Corona e i colleghi Alberto Marconi, Romina Grigoli e Davide Padovani avevano chiesto di sostituire la dicitura «riqualificazione zona bocciodromo» attualmente in via Valpolicella a Domegliara, con «trasferimento bocciodromo nella zona sportiva di Montindon». Sulla nuova fermata autobus a Gargagnago i consiglieri hanno chiesto se si tratta di riqualificazione o di spostamento. «Potremmo comunicarlo solo dopo la progettazione», ha risposto il sindaco Zorzi. «Sant’Ambrogio riparte» ha chiesto di inserire anche capoluogo e altre frazioni nel piano di installazione di telecamere di sorveglianza per 40mila euro, e non la sola Domegliara. «Valuteremo le aree più idonee», ha ribattuto il sindaco. Bocciata pure la richiesta di attivare una pagina Facebook del Comune. Polemica tra il consigliere Marconi e il sindaco sul fatto che le persone che si rivolgono all’Emporio della solidarietà riceverebbero beni all’aperto. Il sindaco «non sono all’aperto e non ho ricevuto lamentele». •

M.U.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1