CHIUDI
CHIUDI

20.03.2020

La Tari aumenterà «Ma non sappiamo ancora di quanto»

Approvato provvisoriamente il piano finanziario relativo alla tassa rifiuti dal consiglio comunale di Sant’Ambrogio ma con un punto interrogativo tale da rinviare l’emissione della prima rata a data da destinarsi. Il motivo? «L’Arera, autorità di regolazione per energia, reti e ambiente, nell’approvare i nuovi criteri per calcolare i costi del servizio integrato dei rifiuti», ha premesso l’assessore al bilancio e tributi Evita Zanotti «ha previsto meccanismi di conguaglio rispetto ai costi attuali. Vi sono però alcuni dubbi interpretativi». Quanto a eventuali aumenti della Tari, il costo complessivo del servizio per il 2020 si attesterà ad 1 milione 20mila con un aumento del 1,23 per cento rispetto al 2019 che si rifletterà, salvo ulteriori aumenti determinati dai nuovi calcoli, sulle bollette di cittadini, attività commerciali e produttive. La deliberazione è stata approvata col voto favorevole della maggioranza, contraria l’opposizione: Sant’Ambrogio Riparte e Partecipazione Autonomia. «L’unica certezza», ha proseguito l’assessore al bilancio e tributi Evita Zanotti, «è che, grazie alla virtuosità degli utenti nella differenziata, il costo complessivo del servizio è ben inferiore a 1 milione 481mila euro, cifra indicata dall’Istituto nazionale per la Finanza e l’Economia Locale (iFEL) nel 2020 in relazione all’efficienza del servizio». Il capogruppo di Sant’Ambrogio Riparte Vincenzo Corona ha sottolineato «l’elemento d’incertezza della nuova normativa Arera tale da indirizzarci al voto contrario». Pier Luigi Toffalori di Partecipazione Autonomia ha criticato la maggioranza: «L’amministrazione Zorzi ha diminuito i servizi ai cittadini, come la raccolta del rifiuto verde, da anni a pagamento. E la raccolta del secco avviene ogni 15 giorni e non più settimanalmente» •

M.U.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie