CHIUDI
CHIUDI

15.04.2019

La scuola di Gargagnago nel programma bis di Zorzi

Il sindaco Roberto Albino Zorzi si ricandida FOTO AMATO
Il sindaco Roberto Albino Zorzi si ricandida FOTO AMATO

Roberto Albino Zorzi punta a fare il bis. Il sindaco di Sant’Ambrogio di Valpolicella, 57 anni, sposato, due figli, capeggerà la stessa lista che lo vide vincente cinque anni orsono: Comune e Cittadino. La presentazione avverrà questa sera alle 20,30 nella scuola elementare di Domegliara. «La nostra», spiega il sindaco uscente, «sarà una lista civica con alcuni candidati di centro destra e Lega. Al di là della connotazione politica, fondamentale nel collegamento diretto con istituzioni provinciali, regionali e nazionali, al centro del nostro programma ci sono sempre concittadini e territorio». Conferme e facce nuove. «Vi saranno una buona parte di assessori, consiglieri uscenti e nuove persone al servizio della comunità». In lista pure Matteo Destri che, lo scorso ottobre, si dimise dal ruolo di capogruppo, pur restando nella maggioranza. Una scelta legata al possibile ritorno con una propria lista dell’ex sindaco Nereo Destri, padre di Matteo, ma di cui non si è avuta più notizia. «Con Matteo», puntualizza Zorzi, «ho avuto colloqui franchi. Sarà un collega importante in caso di elezione». Il sindaco s’è detto orgoglioso per l’edilizia scolastica. «Fondamentale è la sicurezza di chi frequenta gli edifici. Abbiamo riqualificato buona parte delle scuole, aggiornandole alle normative antisismiche. La scuola media e la relativa palestra nonché la scuola primaria di Ponton sono state le ultime in ordine di tempo, grazie agli stanziamenti del Comune, i contributi di Regione e Stato». Da quattro anni, però, è chiusa la scuola elementare di Gargagnago: gli studenti sono stati trasferiti in quella di Domegliara. «Per la scuola di Gargagnago», annuncia Zorzi, «siamo stati inseriti nella programmazione ministeriale per il triennio 2018- 2020». Tra le priorità di Comune e Cittadino, «in campo sociale, dopo avere aumentato del 60 per cento i posti al centro diurno anziani, realizzeremo appartamenti protetti in comunione, per persone della terza età parzialmente autosufficienti. Essenziale sarà il sostegno alle materne e alle famiglie in difficoltà anche grazie all’ operato dei volontari delle associazioni. In tema di sicurezza aumenteremo le telecamere. Abbiamo realizzato interventi sull’illuminazione pubblica a Ponton e Gargagnago, prossimamente inizieranno i lavori a Domegliara». Il turismo. «L’ulteriore valorizzazione di San Giorgio, divenuto uno dei Borghi più Belli d’Italia, è stato l’inizio. Con gli altri Comuni della Valpolicella abbiamo coniato il marchio d’area, identità territoriale per trasformare la nostra valle in una destinazione ambita». Sulle critiche piovute per due cantieri «infiniti», il sindaco risponde così: «La riqualificazione del quartiere fiera a Sant’Ambrogio era legata a un Piruea, accordo tra pubblico e privato che avrebbe finanziato le opere ottenendo in cambio, secondo normativa, la possibilità di costruire alcune unità immobiliari. Il parcheggio, intitolato piazzale Martiri delle Foibe, e l’abbattimento del muro di cinta sono stati realizzati. La seconda fase per il nuovo parco pubblico si è bloccata, causa la procedura fallimentare della società sottoscrivente il Piruea. Come amministrazione abbiamo intavolato trattative col curatore che sta gestendo l’iter per riprendere le opere». Quanto al Passo di Napoleone, per la realizzazione di sottopasso e rotatoria, tra la continue lamentele e critiche di residenti e attività commerciali, Zorzi conclude così: «La responsabilità dei lavori è dell’Anas. Solo grazie ai continui solleciti da parte nostra e dell’amministrazione di Dolcè le opere, salvo imprevisti, termineranno entro la primavera». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Massimo Ugolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1