CHIUDI
CHIUDI

13.02.2020

I Duchi della Valbusa al gran debutto

Un momento della sfilata dello scorso anno
Un momento della sfilata dello scorso anno

Due giornate di elezioni regali nei bar di Domegliara, in quello volante dell’amico Bassea a Ponton e in alcuni ambrosiani. L’esito delle urne ha visto eletti i 73esimi Duca e Duchessa della Valbusa, com’è chiamata la Domegliara Carnevalesca. «Dalle urne il verdetto è stato incontestabile e inequivocabile» annuncia, raggiante, il presidente del Comitato Benefico organizzatore della manifestazione Cavaliere Sergio Quintarelli. Il popolo valbusano ha seguito lo spoglio: nuovo duca è Bruno Madinelli detto Manubrio con 14.440 voti; la dolce Duchessa è Ombretta Leone con 18.880 voti. Bravissimi anche gli altri candidati: Luca Bonometti detto Bono, Luca Givanni ed Eitor Pedrera; Emilia Zocca, Teresa Fiorini e Carola Guerra. «La battaglia è stata imponente, ogni candidato ha mosso le proprie truppe in una contesa lieta e corretta», ha detto il Marchese del Montindon Marco Arcali. «Gloria ai nuovi Duchi, onore a tutti i candidati com’è nella tradizione dalla Valbusa», prosegue Sergio Quintarelli, presidente del comitato benefico, composto dal vicepresidente Bruno Madinelli, segretaria Michela Menghini, consiglieri Robertino Lavagnoli, Claudio Simeoni, Simonetta Castioni, Davide Branchini, Mery Zullo, Tiziana Tedeschi. «Ringraziamo quanti hanno sostenuto le elezioni regali e i volontari che hanno vigilato. Oltre agli amici del club Auto Moto d’Epoca di Domegliara». Sabato Duca e Duchessa saranno incoronati nella Serata al varietà, a invito, dal Marchese del Montindon Marco Arcali alla presenza del 490° Papà del Gnoco El Pima e la sua corte, comitati, maschere di Verona e provincia. Durante la festa saranno conferite le commende carnevalesche a chi il Carnealon ha reso grande. «Sveleremo la maschera che entrerà nella famiglia della Valbusa», prosegue Arcali, «la contessa della Val del Tasso Emanuela Bertoni leggerà un misterioso testamento». Il programma proseguirà, nel pomeriggio di sabato 22, con la festa delle mascherine: quattro illusionisti e maghi allieteranno i bambini. Finale domenica 23 con il Gran Carnealon de Domeiara, dalle 14. In Valbusa migliaia di figuranti, 18 carri allegorici e la «Marching Stomp Band». L’allegro serpentone terminerà in piazza Unità d’Italia per festeggiare con maccheroni a volontà. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Massimo Ugolini
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie