CHIUDI
CHIUDI

04.02.2020

Elezioni regali nel Ducato della Valbusa

Conto alla rovescia per l’inizio della 73esima annata del Gran Carnealon che trasformerà Domegliara nel Ducato della Valbusa, com’è chiamato il paese nella letteratura carnevalesca. Duca, duchessa e corte della Valbusa saranno eletti, secondo il rigoroso protocollo redatto dal comitato benefico organizzatore del Gran Carnealon, presieduto dal Cavaliere Sergio Quintarelli, al termine delle elezioni regali in programma sabato 8 e domenica 9 nei bar della Valbusa, in quello volante di Bassea dell’amica Ponton, e in alcuni bar ambrosiani. «I grandi amici dell’Auto Moto Club d’Epoca di Domegliara, in occasione delle elezioni, organizzeranno il consueto raduno mascherato in piazza Unità d’Italia». Quest’anno, a contendersi lo scettro di Duca e Duchessa della Valbusa, saranno 4 coppie: il duca uscente Luca Bonometti detto Bono, Bruno Madinelli dentro Manubrio, Luca Givanni ed Eitor Pedrera; la duchessa uscente Ombretta Leone, Emilia Zocca, Teresa Fiorini e Carola Guerra. I vincitori saranno incoronati nell’ennesimo inedito momento conviviale, offerto dal comitato benefico ad oltre 200 commensali di gruppi e corti carnevalesche scaligere, strettamente su invito, sabato 15, al centro parrocchiale di Domegliara. «Sarà una serata al varietà», anticipa Marco Arcali, al secolo Marchese del Montindon, al 40° anno di Carnealon, passione trasmessagli da papà Danilo, primo Duca della Valbusa nel 1947 «durante la quale saranno conferite le tradizionali commende a chi il Carnevale ha reso grande», accompagnata dalla Marchesa Lorella Ruffo. Oltre alla «Serata al Varietà», altre due saranno le grandi novità: la contessa della Val del Tasso Emanuela Bertoni, maschera ereditata dal mitico papà Domenico Conte della Val del Tasso, svelerà il misterioso «Testamento Carnevalesco». «La seconda novità», prosegue il Marchese del Montindon, «sarà l’investitura della nuova maschera che entrerà nella grande famiglia della Valbusa». «Nell’incontrare gli amici dei rioni cittadini e dei comitati della provincia nel tradizionale momento d’apertura a Verona lo scorso 6 gennaio», evidenzia il Cavaliere Sergio Quintarelli «abbiamo spiegato quale sarà il programma del 73° Gran Carnealon». I ligi Ettore l’«Araldo di Corte», con i fidi «Cedrone Senza Fegato» e Dino Laghi, hanno aggiunto: «Incoronati Duca e Duchessa», rammentano le maschere della Valbusa, «sabato 22 il Comitato organizzerà, al centro parrocchiale, la Festa delle Mascherine che sarà animata da quattro illusionisti e maghi». Penultimo appuntamento prima di quello più atteso: la 73esima sfilata del Gran Carnealon de Domeiara in programma domenica 23 febbraio, alle 14. Prevista la presenza di migliaia di figuranti da ogni dove, 18 carri allegorici ed un inedito corpo bandistico Marcing Stompe Band, associazione culturale del Comune di Verona, gruppo formato da giovanissime promesse della musica, concludendo l’allegro cammin in piazza Unità d’Italia per festeggiare con maccheroni a volontà. •

M.U.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie