CHIUDI
CHIUDI

26.02.2020

Ladri, telecamere su ogni rotonda

La rotonda sulla Sp4 tra via Beethoven e via Matteotti FOTO PECORAIl municipio di San Pietro in Cariano
La rotonda sulla Sp4 tra via Beethoven e via Matteotti FOTO PECORAIl municipio di San Pietro in Cariano

Telecamere di sorveglianza in ogni rotonda stradale per controllare la viabilità a 360 gradi, il vandalismo, ma anche per scoraggiare ladri e topi d’appartamento. Occhi elettronici pure in altri punti strategici per combattere lo scarico abusivo dei rifiuti e l’abbandono su suolo pubblico di rottami d’auto. E poi allarmi nelle scuole come deterrente a vandalismi e furti, e «scout speed» in dotazione alla polizia locale, ovvero l’autovelox «avanzato» per il controllo a distanza di velocità e assicurazione. L’amministrazione comunale di San Pietro in Cariano si propone di puntare particolarmente sulla sicurezza, pur nei limiti delle ristrettezze di bilancio. Anche avviando collaborazioni inedite con i municipi limitrofi. A tal proposito, elenca Alexandro Todeschini, consigliere delegato alla Sicurezza urbana e capogruppo di maggioranza della Lega: «Possiamo già contare, nel nostro territorio, su dieci telecamere ai varchi stradali. Le aumenteremo», assicura. «Il progetto è installarne una in ciascuna rotatoria, in grado di compiere un giro completo di 360 gradi. A queste», aggiunge il consigliere, «affiancheremo telecamere mobili contro i vandalismi nei parchi comunali e l’abbandono su suolo pubblico dei rifiuti e di automobili guaste o pignorate: un fenomeno purtroppo diffuso, che però non siamo più disposti a tollerare». Per esempio lo scorso dicembre, dopo numerosi solleciti ai proprietari, l’amministrazione comunale ha fatto rimuovere sei macchine in cattive condizioni (alcune risultate pignorate) che da parecchi mesi stazionavano vicino al cimitero di San Floriano, occupando parte del parcheggio. E restando in tema di automobili, «è stato appurato che in media quattrocento al giorno transitano sulle strade del territorio carianese senza assicurazione», afferma il consigliere. «Da qui la decisione di intervenire in maniera forte attraverso la polizia locale con l’autovelox in grado di rilevare a distanza, automaticamente, la regolarità dei documenti del conducente, oltre alla velocità del mezzo. L’intento non è fare cassa», precisa il consigliere. «I controlli saranno segnalati preventivamente e posti in zone critiche del comune». Per quanto riguarda gli impianti d’allarme nelle scuole comunali, ecco cosa si è deciso. «Abbiamo predisposto uno specifico capitolo in bilancio di 10mila euro annui, e li installeremo nell’arco di quest’anno», spiega Todeschini. «Intendiamo così prevenire ruberie e danneggiamenti volontari che, purtroppo, sono già avvenuti. Abbiamo accantonato risorse anche per il ripristino veloce dei danni al patrimonio pubblico provocati da incidenti stradali: dai lampioni abbattuti alle pensiline del bus infrante, dai pali storti ai cordoli danneggiati. Ma poiché passa sempre qualche tempo prima di ottenere i risarcimenti, preferiamo ripristinare subito il decoro urbano con fondi comunali». Infine il capitolo dei furti nelle abitazioni. «Nei giorni scorsi abbiamo ricevuto diversi cittadini che ci hanno segnalato colpi riusciti o tentati nelle proprie case», spiega il consigliere. «Stiamo agendo sia dal punto di vista dell’illuminazione pubblica sia, per quanto possibile, dal punto di vista del pattugliamento delle strade, cercando di rimediare in pochi mesi ad anni di mancanze. C’è allo studio anche una bozza di convenzione con i Comuni limitrofi, in particolare Negrar e Pescantina, per condividere sia i turni serali e notturni della polizia locale, sia la piattaforma software di gestione delle telecamere», conclude il consigliere Todeschini. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Lorenza Costantino
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie