CHIUDI
CHIUDI

16.02.2020

«Il nostro primo impegno è fare»

Il segretario Leonardo BartoliFoto di gruppo per gli amici del Circolo Noi, che organizzano la «Festa sotto el campanil»
Il segretario Leonardo BartoliFoto di gruppo per gli amici del Circolo Noi, che organizzano la «Festa sotto el campanil»

Il segretario del Circolo è Leonardo Bartoli, avvocato e anche presidente del Comitato di gestione della scuola dell’infanzia. «A San Floriano, oltre al Noi», spiega, «ci sono altre associazioni con cui collaboriamo, in relazione a determinati eventi. Ad esempio: la scuola materna è gestita da un’associazione di genitori. L’utile dell’ultima “Festa sotto el campanil”, organizzata e gestita dal Circolo, è stato così ripartito: un terzo alla Parrocchia, un terzo alla scuola e un terzo è rimasto in cassa al Noi per finanziare le attività. Collaboriamo, e siamo in ottimi rapporti, con l’associazione Libert’Art, il coro “El Vesoto”, il Circolo Anziani. Altro esempio di collaborazione: a dicembre facciamo tre serate di “Canti sotto la stella”. Nel 2019, una delle tappe, quella finale, è stata al Circolo degli alpini di San Floriano, che ci avevano preparato il ristoro. Mentre nel 2018 un’altra tappa la facemmo alla scuola materna. Insomma, tra noi c’è collaborazione. Il nostro corso di fotografia, tenuto in una sala comunale, l’abbiamo organizzato con Libert'Art. Il Circolo Noi ha messo a disposizione l’insegnante e loro si sono preoccupati di trovare la sala e i partecipanti. Con questo atteggiamento di apertura verso tutti», ricorda il segretario, «abbiamo ottenuto la simpatia e il riconoscimento di 550 iscritti, su una popolazione di 3.200 abitanti». Continua Bartoli: «La “Festa sotto el campanil” è stata impostata, come da tradizione, per San Floriano, con un taglio anche culturale. Infatti c’è sempre una mostra d’arte o la presenza degli intagliatori del legno. L’anno scorso abbiamo organizzato una serata per presentare il romanzo “L’inverno di Giona“ edito da Mondadori, scritto da Filippo Tapparelli di Pedemonte, vincitore del Premio Calvino 2018. Speriamo di poter replicare queste serate letterarie, e siamo in contatto con alcune librerie del territorio». Ma ci sono anche i giochi in scatola... «Sì, altre due serate le abbiamo dedicate alla presentazione dei giochi realizzati dai membri dell’associazione ItAlea! di Verona, che hanno donato al Circolo una copia per ogni gioco e altre copie le hanno vendute. La sala era piena di ragazzi. Come si vede, non stimoliamo solo al divertimento ma anche alla diffusione delle buone pratiche dello stare insieme». Come mai è entrato nel Noi? «Io, da Verona, sono venuto ad abitare a San Floriano nel 2011», ricorda Bartoli, «e qui sono stato accolto come non avrei mai immaginato. Venivo dalla città e ho trovato un ambiente molto diverso, un clima familiare. Ho cercato da subito di ricambiare questa splendida accoglienza con la disponibilità di un po’ del mio tempo libero e delle mie competenze. Mi sono impegnato nella scuola materna in primis e poi in altre attività del Comune; anche quest’idea di dare una forma, anche giuridica, a quelli che prima erano gruppi sparsi raggruppandoli nel Noi Aps mi è parsa sin da subito buona. Poi Flavio, che è una persona eccezionale nonché motore di tutta l’organizzazione, mi ha proposto di mettere a disposizione del Circolo le mie capacità e sono entrato con entusiasmo nel Noi. Adesso stiamo cercando di far capire alla comunità che ci siamo ma, soprattutto, chi siamo e cosa facciamo. È un’avventura entusiasmante che ci prende totalmente: siamo partiti in 15 e, purtroppo, lungo la strada abbiamo perso alcuni membri del direttivo. Farne parte implica sopratutto “dare” e non solo decidere: bisogna fare. L’obiettivo ora è intercettare i giovani, ossia il futuro. È una soddisfazione vedere che le persone sono coinvolte, si incontrano e fanno comunità. Insieme con gli altri, lavoro per creare una rete di rapporti nella quale i nostri figli, crescendo, possano continuare e migliorare la società che lasceremo loro in eredità». •

G.B.M.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie