Fumane

Premio Allegrini a David Landau, mente e cuore delle «Stanze del Vetro»

.
Marilisa Allegrini consegna il Premio Allegrini a David Landau
Marilisa Allegrini consegna il Premio Allegrini a David Landau
Marilisa Allegrini consegna il Premio Allegrini a David Landau
Marilisa Allegrini consegna il Premio Allegrini a David Landau

Il vetro d'autore, il vino, l'arte con la a maiuscola e gli artisti designer che hanno fatto la storia e la grandezza di Murano. È stato consegnato a David Landau ieri sera, 23 novembre, a Villa Della Torre di Fumane in Valpolicella, il premio Allegrini "L'Arte di mostrare l'Arte". Landau è la mente e il cuore de «Le Stanze del vetro» all'isola di San Giorgio Maggiore a Venezia, un progetto a tutto tondo che coniuga mostre temporanee e didattica, raccolta e riordino di archivi a pubblicazioni, fino a un festival veneziano che dedica al vetro una settimana di incontri ed esposizioni attesa da artisti di tutto il mondo.

Landau, medico, storico dell'arte e filantropo nato in Israele, cresciuto in Inghilterra e innamoratosi di Venezia, ha raccontato com'è nata la sua passione per il vetro e la collezione che è poi approdata alle Stanze del Vetro, il restauro dell'edificio che le ospita, i progetti e le mostre organizzate fino ad oggi.

Il premio Allegrini, giunto alla nona edizione, gli è stato consegnato da Marilisa Allegrini dopo i saluti e le presentazioni da parte del direttore della villa rinascimentale fumanese, Giancarlo Mastella, del presidente della giuria Antonio Foscari e del suo componente Gianni Moriani. Il riconoscimento è tornato in presenza dopo l'edizione 2020 che ha premiato a distanza Marzia Faietti e Matteo Lanfranconi, curatori della mostra «Raffaello 1520-1483» tenutasi a Roma alle Scuderie del Quirinale.

Camilla Madinelli