CHIUDI
CHIUDI

20.05.2019

Tre liste unite per Quarella «Contro la vecchia politica»

Tre liste e quarantotto candidati per Pescantina: questi i numeri allineati da Davide Quarella al teatro comunale Bianchi per la presentazione dei tre gruppi che lo sostengono nella corsa a sindaco: «Idea Pescantina», «Fratelli d'Italia con Pescantina Civica» e «Lega». «Mai come in queste elezioni», ha esordito Michele Arcuri, uno dei promotori della compagine, «Pescantina è stata attenzionata dalla politica nazionale. Il nostro progetto politico si estende sui prossimi cinque anni per far tornare bella Pescantina». L'esercito di Quarella è contro la vecchia politica. «I candidati tutti», convengono i rappresentanti delle tre compagini, Vittoria Borghetti, Annarita Autuori, Eleonora Bonaldi e Davide Pedrotti, «sono pronti a servire il proprio paese mettendo a disposizione tempo, competenza e ambizioni per una bella Pescantina, una Pescantina migliore». «Bisogna insistere sul decoro urbano», ha sottolineato Borghetti, «che è stato bistrattato dall’attuale amministrazione. Pescantina ha subito un rallentamento molto pesante nelle opere pubbliche: bisogna ripartire, con grande attenzione alla spesa». «Ci vogliono idee per scuola, ambiente, famiglia e donne», ha ribadito Autuori. Un tocco fortemente civico è arrivato da Elena Bonaldi. «Veniamo da mondi ed esperienze diverse, non siamo politici né politicizzati», ha ribadito. «Le nostre sono tutte persone dall’alto profilo professionale: vogliamo entrare in dibattito con i nostri cittadini per condividere le scelte». «Per fare politica bisogna vivere il territorio», ha sottolineato Davide Pedrotti, consigliere uscente della Lega, «e noi in questi cinque anni abbiamo seguito i problemi che ci ha indicato la gente. Metteremo in questo tutto l’impegno possibile». Il candidato sindaco Davide Quarella ha passato in rassegna i punti del programma. «C'è bisogno», ha spiegato, «di una piazza per il nostro paese: piazza degli Alpini, nella parte alta del paese va riqualificata, come pure piazza San Rocco e il centro storico vanno sostenuti. Ci vogliono progetti nuovi, progetti nuovi per la cultura: va riqualificato il teatro come centro di aggregazione per la comunità che si incontra, dialoga e si integra. Il teatro avrà un direttore artistico responsabile. La mia Pescantina dovrà avere una biblioteca che consentirà ai giovani di incontrarsi, di leggere e di studiare senza dover andare a Bussolengo o a Verona. L'arte avrà la giusta attenzione perché ci sono siti storici, ville e chiese che sono un patrimonio che è stato finora dimenticato e poco valorizzato. Il turismo», ha continuato, «usufruirà di tutti i contributi e gli incentivi che si potranno ottenere e svilupperemo piani di marketing territoriale per la promozione di Pescantina, un gioiellino della Valpolicella». Sicurezza e controllo del vicinato, manutenzione di parchi pubblici e della rete stradale di 106 chilometri. La discarica, ancora al centro dell’attenzione con una prima decisione. «Il primo impegno per Ca’ Filissine», ha sottolineato Quarella, «sarà l’indagine epidemiologica e l’obiettivo finale la chiusura e messa in sicurezza con ampio ricorso ad associazioni e gruppi per un tavolo dedicato alla discarica». Riqualificazione dello sviluppo urbano ed edilizio: «L'area ex Danese sarà il polmone verde del Paese in pieno centro storico». Il capitolo del sociale per Quarella si gioca sul tema dell’inclusione. Sport e ammodernamento della strutture. Attenzione alle frazioni Settimo, Balconi, Ospedaletto, Arcè, Santa Lucia. «Le frazioni sono un tutt'uno col capoluogo e non possono più essere lasciate sole», ha concluso il candidato sindaco. •

L.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il Verona ha scelto Ivan Juric. Cosa ne pensi?
Ivan Juric
ok

Sport

giro2019 giro2019