CHIUDI
CHIUDI

26.01.2020

Punti d’incontro e nuova biblioteca contro il disagio

Dopo i vandalismi arrecati alla scuola di Settimo, dove in due giorni è stato messo fuori uso il citofono dell’ingresso dell’edificio dal piazzale della pizzeria e sono state inoltre gettate bottiglie di birra che si sono infrante all’interno della scuola stessa, l’assessore a sociale, istruzione e cultura Loretta Sorio solleva il problema del disagio giovanile a Pescantina, al quale potrebbero essere legati questi danneggiamenti di una struttura pubblica. «Un problema», spiega l’assessore, «che sta emergendo anche a Pescantina, che va inquadrato nella sua giusta dimensione e che dobbiamo attrezzarci per capire di più e meglio». Tra le iniziative assunte, anche la convocazione di una giunta allargata alla quale, con il personale dei servizi sociali, è stato invitato Paolo Giavoni, coordinatore del servizio educativo territoriale dell’Ulss 9, Distretto dell’ovest veronese. Precisa l’assessore Sorio: «Siccome da un po’ di tempo si verificano questi atti a Pescantina e nel suo territorio e il disagio giovanile sta emergendo con forza, ho sollecitato questo problema in Giunta. A Pescantina centro, ma anche nelle frazioni, spesso questi gruppi di ragazzi non hanno un punto di riferimento». «Come assessorato al sociale e alla scuola», aggiunge l’assessore Sorio, «ho cercato di mettere la giunta in grado di farsi carico di questo problema. Tanto è vero che abbiamo iniziato un rapporto di collaborazione con il dottor Paolo Giavoni proprio per affrontare questo genere di problemi». Un cammino ancora all’inizio, certo, che però va già spedito verso il raggiungimento di due obiettivi di peso. Conclude infatti Sorio: «Il risultato è che stiamo discutendo di inserire nel programma dei servizi sociali un centro giovanile per offrire una possibilità a questi ragazzi di un punto di ritrovo pensato per consentire loro di fare musica, arte, sport e per un impiego fruttuoso del tempo libero». « A questo vorrei aggiungere anche il progetto di una nuova biblioteca, vista ormai l’inadeguatezza di quella attuale, con spazi adatti alle esigenze di studio ma anche e di aggregazione dei giovani», conclude l’assessore al csociale e all’istruzione. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

L.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Qual è secondo voi la Grande opera più urgente per la città e che vorreste vedere realizzata per prima?
ok

Necrologie