CHIUDI
CHIUDI

15.08.2019

«La crisi non mette in discussione i fondi per Ca’ Filissine»

Il sindaco Davide Quarella
Il sindaco Davide Quarella

I fondi per la bonifica di Ca’ Filissine non sono discussione. Taglia corto il sindaco di Pescantina Davide Quarella che, a fronte di ventilati stop ai finanziamenti dovuti alla crisi di governo in atto in questi giorni, chiarisce: «Il ministero dell’Ambiente mi ha rassicurato: le risorse sono già in bilancio». E questo a seguito di notizie relative al rischio del blocco dei fondi anche per la bonifica di Ca’ Filissine, a causa della crisi di governo. «Mi sono subito attivato al ministero per l’Ambiente al fine di verificare la veridicità della notizia», sottolinea il sindaco, «e, nel colloquio intercorso, ho avuto rassicurazioni in merito, ovvero che non c’è alcun sentore che possa mettere in discussione le risorse già in gran parte presenti nei capitoli di bilancio del ministero». Tutto regolare dunque, come già comunicato. «Alla luce di tutto ciò», continua il sindaco, «non cambia nulla rispetto all’iter stabilito a suo tempo sia con la Regione, alla quale abbiamo già trasmesso la bozza dell’accordo, sia con il ministero. Nelle prossime settimane sarò ancora a Roma per discutere direttamente con la direttrice generale del ministero, la dottoressa Maddalena Raffaella Gentili, nell’intento di definire i punti programmatici dell’accordo, che dovrebbe essere chiuso entro il mese di settembre». Un impegno, quello della discarica di Ca’ Filissine, che nell’agenda di Quarella resta al primo posto. «Come primo cittadino di Pescantina, che da anni vive sulla propria pelle l’annosa questione della discarica», conclude, «vigilerò affinché si dia concreta attuazione a quanto concordato tra le parti e che nessun euro venga sottratto per il raggiungimento di questo atteso e importante obiettivo, che risarcirà la nostra comunità sia dal punto di vista ambientale che sanitario». •

L.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1