CHIUDI
CHIUDI

11.05.2019

Il M5S con Boscaini punta su ambiente e trasparenza

Presentazione in sala consiliare della lista del Movimento Cinque Stelle, con candidato sindaco Emanuele Boscaini. Un risultato che dai militanti viene definito straordinario, dal momento che le liste che si presentano a questa tornata elettorale sono in tutto due: l’altra a San Bonifacio. «Questa lista corona cinque anni di impegno a Pescantina e una collaborazione strettissima sui temi più importanti», dice l’onorevole Francesca Businarolo, partita proprio dal metup di Pescantina per la sua esperienza politica che l’ha portata a diventare presidente della Seconda Commissione Giustizia della Camera. È una delle voci autorevoli alla presentazione della lista del M5S a Pescantina per le elezioni del 26 maggio. «Samuele Baietta, consigliere comunale di opposizione», ha aggiunto Businarolo, «è stato un vulcano di iniziative. Pescantina è un paese che amo, dove vivo e che vorrei seguire di più. Mi dispiace che non venga valorizzato per quanto merita». Ha detto il consigliere regionale Manuel Brusco: «La nostra lista indica una prospettiva per Pescantina. Sono stati anni intensi di lavoro trasversale. Il M5S si presenta solo: niente accozzaglie, ma i valori che ci contraddistinguono. Ci siamo impegnati su più fronti, specialmente per l’ambiente, accelerando l’iter per la discarica, in fase di stallo, battendoci per la limitazione della cave Vignega e Vigneghetta e abbiamo detto un no motivato ai due ponti-diga. Ci siamo fatti le ossa e ora ci presentiamo per chiedere il voto alla gente». Il lavoro amministrativo, di cui la lista M5S è espressione, è stato condotto dal consigliere Samuele Baietta. Che riepiloga: «In questi cinque anni abbiamo presentato 40 interrogazioni, 40 interpellanze, 55 mozioni. Abbiamo lavorato anche fuori dell’aula con la piantumazione di nuovi alberi, oltre cento, l’eliminazione delle barriere architettoniche, la raccolta fondi per il ricorso contro il progetto della discarica di Ca’ Filissine, cui hanno partecipato anche gli onorevoli Francesca Businarolo e Alessandro Di Battista. Abbiamo chiesto i parcheggi rosa e ci siamo battuti per l’ospedale di Bussolengo, per l’eliminazione del glifosato e contro il gioco d’azzardo patologico. Sarebbe ora che tutto il paese fosse incluso nel progetto Wi-fi for you per una rete internet libera sul territorio. Su queste premesse vogliamo confrontarci con la gente». «I bilanci di questi anni», ha sottolineato l’economista Gabriele Pernechele, sono stati senza spinta innovativa. Il candidato sindaco Emanuele Boscaini, con un passato di impegno nel Movimento Ambiente & Vita, ha concluso: «Pescantina è un paese fragile dal punto di vista ambientale e un po’ depresso in questo periodo. La discarica è il nodo da sciogliere per un suo rilancio. Ci sono gli altri temi fondamentali del turismo, dello sport col rilancio del velodromo, delle colture tradizionali da valorizzare. Ci presentiamo soli col nostro simbolo come segno di integrità e coerenza. Le alleanze forzose sono solo la premessa di litigi e ingovernabilità. Mettiamo sul piatto onestà, capacità e competenza per disegnare un futuro nuovo per Pescantina». •

Lino Cattabianchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1