CHIUDI
CHIUDI

13.08.2019

Il Comune pagherà la Daneco

Lino Cattabianchi Primo Consiglio comunale, dopo l’insediamento del sindaco Davide Quarella. Sono stati costituiti i gruppi consiliari e nominati i capigruppo: Idea Pescantina-Quarella sindaco, Andrea Recchia; Pescantina civica, Vittoria Borghetti; Fratelli d’Italia-Giorgia Meloni, Marco Mosconi; Lega-Salvini, Stefania Carbone; SiAmo Pescantina, Rosanna Lavarini; Partito democratico, Luigi Cadura; Pescantina democratica, Paola Zanolli; Movimento cinque stelle, Emanuele Boscaini; Cittadini per Pescantina-Forza Italia, Alessandro Reggiani. È stato riconosciuto un debito fuori bilancio in seguito a una sentenza del Tribunale che ha condannato il Comune a versare a Daneco, ex gestore della discarica di Ca’ Filissine, gli interessi e le spese maturati su 440mila euro, somma relativa ai fondi accantonati per il post mortem della discarica; condannata anche la Provincia a svincolare le somme a favore di Daneco e a rimborsare al Comune le spese legali che quest’ultimo verserà a Daneco. Voto contrario sulla delibera per il consigliere Alessandro Reggiani: «Pur essendo corretta», ha detto, «c’è un errore di principio: la discarica non deve essere inserita nel bilancio del Comune. Inoltre, riconoscendo questo debito si apre uno scenario di colpevolezza per il Comune, quando è invece la Provincia inadempiente». Sulla stessa posizione il consigliere Luigi Cadura: «Il riconoscimento di questo debito è un atto dovuto, anche se la situazione è paradossale: la popolazione di Pescantina deve pagare le colpe della Provincia. C’è motivo per ricorrere in appello». Ha chiarito l’assessore al bilancio Alessandro Menon: «Si tratta di somme che Pescantina deve pagare a Daneco, ma che dobbiamo ottenere dalla Provincia». «Questi», è intervenuta la presidente del Consiglio Vittoria Borghetti, «sono interessi che vengono riconosciuti a bilancio, ma che saranno oggetto di una successiva valutazione da parte dei legali del Comune». Il sindaco Davide Quarella: «Gli uffici stanno lavorando per trovare una soluzione a questo problema». Favorevole Cadura che ha ritenuto sufficienti le rassicurazioni del sindaco; per Reggiani voto contrario. Boscaini si è astenuto. Passato anche l’assestamento generale di bilancio «che rimane in sostanziale equilibrio», ha specificato l’assessore Menon. «Sono stati erogati due contributi di 60mila euro ciascuno per le manutenzioni di edifici scolastici e strade, e un contributo per la sagra». «Sono sconcertato», ha dichiarato il consigliere Cadura, «per importi così contenuti. Sono state considerate le maggiori entrate e le spese conseguenti? Lo stanziamento di 120mila euro deriva dalle entrate di maggiori oneri: si poteva spendere di più in servizi usando l’avanzo di amministrazione». «Abbiamo scelto di dare priorità all’ordinaria manutenzione degli edifici scolastici del plesso 1 e 2 e di asfaltare via Bertoldi a Settimo, dove c’è il problema delle radici delle piante», ha risposto l’assessore alle Manutenzioni Davide Pedrotti. «Un bilancio condizionato dagli oneri di urbanizzazione e con poca spesa sociale», ha sottolineato Boscaini annunciando voto contrario e invocando «una svolta ecologica più decisa». • L.C.

Lino Cattabianchi
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1