CHIUDI
CHIUDI

10.07.2020

Oggi l’ultimo saluto a Pernigo, il mistero resta

Gianfranco Pernigo: aveva 67 anni
Gianfranco Pernigo: aveva 67 anni

Si svolgeranno questa mattina, alle 11 al cimitero di Volargne, i funerali dell’ex marmista e ciclista appassionato Gianfranco Pernigo, deceduto a 67 anni in seguito a un incidente avvenuto giovedì 2 luglio a mezzanotte, in via del Marmo, a un paio di chilometri dalla sua abitazione. Pernigo tornava da una serata con gli amici trascorsa ad Affi: era in sella alla sua Yamaha, quando è andato a sbattere contro il cancello di una ditta di marmi, all’altezza della ditta Santa Margherita. Il cancello è stato posto sotto sequestro, poiché rimane il perno di tutta la vicenda: ci sono da parte degli organi inquirenti una serie di interrogativi ai quali si cercano risposte per avere un quadro completo. La vicenda è complessa e le attività di indagine sono ancora in corso: quella sera il maltempo aveva colpito anche quella zona e pare non ci fossero testimoni al momento dell’impatto, anche se i militari dell’Arma sono riusciti a rintracciare qualcuno che aveva percorso la strada prima di Pernigo. Le cause certe di quanto avvenuto sono ancora indecifrabili. Gli interrogativi intorno ai quali gli organi inquirenti stanno lavorando sono: il cancello era aperto o chiuso? E nel caso in cui fosse stato aperto al momento dell’incidente, l’apertura è avvenuta prima o dopo l’impatto? E nel caso in cui si fosse aperto, questo movimento è avvenuto a causa dell’impatto, per il forte vento di quella sera, a causa di una ipotetica forzatura da parte di terze persone o altro ancora? Altri interrogativi riguardano il verso di apertura della cancellata, se questa avvenga internamente o esternamente rispetto alla ditta. Tutta questa serie di fattori è ancora in fase di valutazione e non permette ancora di avere l’esatta dinamica dell’incidente che ha portato alla morte di Pernigo. In questi giorni è stato inoltre nominato un perito da parte del tribunale di Verona. Sul caso stanno lavorando i carabinieri di Peri, che fanno capo alla Compagnia di Caprino, sotto la direzione del pubblico ministero di Verona, dottoressa Eugenia Bertini. •

Adele Oriana Orlando
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie